Eurogroup - STATEMENTS AND REMARKS by Jeroen Dijsselbloem

Eurogroup - STATEMENTS AND REMARKS  by Jeroen Dijsselbloem

9/10/2017 23:00 - 

Elio Cotronei release - 

 

 

Osservazioni di Jeroen Dijsselbloem a seguito della riunione dell'Eurogruppo* del 9 ottobre 2017

Buona sera tutti e grazie per averci partecipato alla conferenza stampa di Eurogoup.
Lasciami cominciare dicendo che oggi è stato l'ultimo Eurogroup di Wolfgang Schäuble. Un certo numero di colleghi hanno preso la parola per ringraziarlo e riportare alla memoria il suo lungo coinvolgimento. 

Era nell'Eurogruppo per 8 anni, ma è stato un partecipante molto forte nelle discussioni sull'Europa, quasi 45 anni - credo che sia stato in politica nazionale per 45 anni. Era lì e coinvolto attivamente all'inizio dell'euro e dell'unione monetaria. Era stato, come ho detto, membro dell'Eurogruppo per 8 anni, quindi presente e molto attivamente coinvolto in tutti quegli anni di crisi in cui la zona euro è quasi scomposta. Alcuni hanno affermato che Wolfgang Schäuble è dominante perché la Germania è dominante. La Germania è un grande paese, ma penso che sia completamente incomprensibile la sua posizione e l'autorità che ha tra noi, i colleghi. Ciò ha a che fare con la sua esperienza, ma anche con la sua saggezza e la sua forte attenzione all'interesse europeo. Sono sempre stato convinto, anche nelle discussioni più difficili che abbiamo avuto nell'Eurogruppo nei cinque anni che mi sono coinvolto, che ha sempre messo in primo piano l'interesse a lungo termine di una zona euro forte e stabile. Ha sempre mantenuto una visione molto forte di quell'interesse a lungo termine. E penso che sia stato reciprocamente prezioso per tutti noi.
Così lo ringraziammo professionalmente e personalmente e gli auguriamo ogni bene nel suo nuovo e molto importante lavoro a Berlino. Certo, lo ritroveremo immediatamente domani a Ecofin, ma è stato il suo ultimo eurogruppo. E poi Washington, dove ci si unirà anche alle riunioni del FMI / Banca Mondiale.
La nostra discussione principale è stata oggi sul ruolo dell'ESM. Una discussione che, ovviamente, si svolge nel contesto più ampio del futuro dell'unione monetaria. Il prossimo mese continueremo a discutere quando ci concentreremo sul completamento dell'unione bancaria e su un certo numero di questioni fiscali, sia l'attuale quadro fiscale, sia efficace? come dovrebbe essere cambiato, se deve essere cambiato? ma anche quali possibili nuovi strumenti avremmo bisogno in termini di politica fiscale. Quindi questi sono gli argomenti del prossimo mese.
Oggi ci siamo concentrati sul ruolo dell'ESM, lungo, fondamentalmente, 3 fili. Innanzitutto, il ruolo dell'ESM nella gestione delle crisi: come potrebbe essere rafforzato, approfondito. In secondo luogo, il ruolo dell'ESM nel completamento dell'unione bancaria. In terzo luogo, questioni di governance e di relazione con il quadro giuridico dell'UE.
E 'stata una buona discussione. Tra gli Stati membri, i ministri, c'era un accordo molto forte sul fatto che dovremmo lavorare prevalentemente nell'attuale quadro giuridico, nel trattato ESM. Significa che l'attuale struttura di governo potrebbe, in termini generali, lavorare anche per la stessa

 

*L'Eurogruppo è un organo informale in cui i ministri degli Stati membri della zona euro discutono di questioni relative alle responsabilità condivise riguardo all'euro. 

 

Compiti

Il suo compito principale è garantire uno stretto coordinamento delle politiche economiche tra gli Stati membri della zona euro. Favorisce inoltre le condizioni per una maggiore crescita economica.

Oltre a ciò, l'Eurogruppo è responsabile della preparazione delle riunioni del Vertice euro e del relativo seguito.

Riunioni

L'Eurogruppo si riunisce abitualmente una volta al mese alla vigilia della sessione del Consiglio "Economia e finanza". Partecipano alle riunioni dell'Eurogruppo anche il commissario per gli affari economici e finanziari, la fiscalità e le dogane e il presidente della Banca centrale europea.

La prima riunione informale dei ministri delle finanze dei paesi della zona euro si è tenuta il 4 giugno 1998 allo Château de Senningen in Lussemburgo.

 

Eurogruppo* del 9 ottobre 2017

Una UEM approfondita: il ruolo del meccanismo europeo di stabilità

L'Eurogruppo procederà a uno scambio di opinioni sui possibili ruoli e compiti futuri del meccanismo europeo di stabilità (MES) nel contesto del più ampio dibattito in corso sul futuro dell'Unione economica e monetaria.

Discussioni tematiche su crescita e occupazione: finanziare la riduzione del carico fiscale sul lavoro

I ministri discuteranno del modo migliore per finanziare la riduzione del carico fiscale sul lavoro. Dovrebbero condividere le esperienze e le soluzioni a livello nazionale in materia.

Trovare le modalità più efficaci per finanziare la riduzione del carico fiscale sul lavoro al fine di promuovere ulteriormente la crescita economica e l'occupazione è una questione di considerevole importanza per la zona euro, nella quale le imposte sul lavoro rappresentano in media quasi la metà delle entrate pubbliche.

Il dibattito è una continuazione delle precedenti discussioni, avviate nel 2014, tenutesi in sede di Eurogruppo in merito al cuneo fiscale.

Missione di sorveglianza post-programma in Portogallo

La Commissione europea, la Banca centrale europea, il meccanismo europeo di stabilità e il Fondo monetario internazionale informeranno l'Eurogruppo in merito ai risultati della sesta missione di sorveglianza post-programma in Portogallo, che si è tenuta tra il 26 giugno e il 4 luglio 2017.

La sorveglianza post-programma è effettuata nei paesi che hanno completato un programma di assistenza finanziaria, con l'obiettivo di valutare se sussistono rischi che questi paesi non siano in grado di rimborsare i prestiti ricevuti nell'ambito del programma. La sorveglianza continua fino a quando il paese non ha rimborsato almeno il 75% dei prestiti.

Il Portogallo ha concluso il suo programma di aggiustamento economico triennale nell'estate del 2014.

 

Cerca nel sito