Council of the European Union - North Korea: Council strengthens EU sanctions in line with latest UN Security Council resolution ( il Consiglio rafforza le sanzioni dell'UE in linea con l'ultima risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite)

Council of the European Union - North Korea: Council strengthens EU sanctions in line with latest UN Security Council resolution  ( il Consiglio rafforza le sanzioni dell'UE in linea con l'ultima risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite)

10.10.2017  16:00 - 

Elio Cotronei release - 

 

 

North Korea: Council strengthens EU sanctions in line with latest UN Security Council resolution

The Council further strengthened its restrictive measures against the Democratic People's Republic of Korea (DPRK) by transposing the sectoral sanctions imposed by UN Security Council resolution 2375 (2017). That resolution was adopted on 11 September 2017 in response to the DPRK's ongoing nuclear weapons and ballistic missiles-development activities, in violation and flagrant disregard of previous UN Security Council resolutions.

The measures introduced by UNSC resolution 2375 (2017) include a ban on the sale of natural gas liquids to the DPRK, and on the importation of its textiles. The new measures also include limitations on the sale of refined petroleum products and crude oil to the DPRK.

In addition, member states will not provide new work authorisations to DPRK nationals to enter and work in their territory as they are suspected of generating revenue which is used to support the country's illegal nuclear and ballistic missile programmes.

The legal acts also transpose the exemptions provided by the UN Security Council for humanitarian and livelihood purposes.

The Council had already transposed on 15 September the additional listings imposed by the UN Security Council resolution, adding three entities and one individual supporting the illicit programmes to the lists of those subject to an asset freeze and travel restrictions. The total number of persons under restrictive measures against the DPRK is 63 individuals and 53 entities as listed by the UN. In addition, 38 individuals and 4 entities have been designated by the EU autonomously.

As agreed by EU foreign ministers in Tallinn on 7 September, the Council is currently working on possible additional EU autonomous measures to complement and reinforce the UN Security Council sanctions.

Read more

 

 

Corea del Nord: il Consiglio rafforza le sanzioni dell'UE in linea con l'ultima risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite

Il Consiglio ha ulteriormente rafforzato le misure restrittive nei confronti della Repubblica popolare democratica di Corea (DPRK), recependo le sanzioni settoriali imposte dalla risoluzione 2375 (2017) del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Tale risoluzione è stata adottata l'11 settembre 2017 in risposta alle attività della Corea del Nord in materia di armi nucleari e missili balistici, in violazione e flagranti delleciti delle precedenti risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.
Le misure introdotte dalla risoluzione 2375 (2017) della ONU includono un divieto di vendita di liquidi di gas naturale alla RPDC e dell'importazione dei suoi tessili. Le nuove misure includono anche la limitazione della vendita di prodotti petroliferi raffinati e di petrolio greggio alla RPDC.
Inoltre, gli Stati membri non forniranno nuove autorizzazioni di lavoro ai cittadini della DPRK per entrare e lavorare nel loro territorio in quanto sospettati di generare entrate che sono utilizzate per sostenere i programmi illegali del missile nucleare e balistico del paese.
Gli atti giuridici inoltre recepiscono le deroghe previste dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per scopi umanitari e di sussistenza.
Il Consiglio aveva già recepito il 15 settembre le liste aggiuntive imposte dalla risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, aggiungendo tre entità e un individuo che sosteneva i programmi illeciti agli elenchi di soggetti soggetti a un congelamento delle attività e alle restrizioni di viaggio. Il numero totale delle persone soggette a misure restrittive nei confronti della RPDC è di 63 individui e di 53 persone elencate dall'ONU. Inoltre, l'Unione europea ha designato autonomamente 38 individui e 4 entità.
Come concordato dai ministri degli esteri dell'Unione europea a Tallinn il 7 settembre, il Consiglio sta attualmente lavorando su possibili misure autonome complementari dell'UE per completare e rafforzare le sanzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.
Leggi di più

Cerca nel sito