Reggio Calabria - . I Carabinieri in azione: arresti e deferimenti in provincia

26.04.2016 10:06

              21 aprile 2016, in Reggio Calabria, i Carabinieri hanno tratto in arresto PENNESTRI’ Andrea, di anni 26 da Reggio Calabria, in atto sottoposto al regime degli aa.dd. presso propria abitazione per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, poiché, a seguito di perquisizione domiciliare, veniva trovato in possesso di gr. 6,25 di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” contenuta in due involucri di carta stagnola, gr. 2,5 di sostanza stupefacente del tipo “hashish” contenuta in due involucri di carta stagnola, gr. 2,2 di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, nr. 2 bilancini elettronici di precisione, la somma in contante di € 185,00, ritenuta provento dell’attività di spaccio e materiale vario utilizzato per il confezionamento delle predette sostanze stupefacenti.

 

 

22 aprile 2016, in San Giorgio Morgeto (RC), i Carabinieri hanno deferito in stato di libertà nr. 5 persone per il reato di furto aggravato di corrente elettrica poiché, nel corso del controllo, eseguito unitamente a personale dell’Azienda E.n.e.l, veniva riscontrata la presenza di un collegamento abusivo alla rete elettrica, finalizzato all’alimentazione fraudolenta delle rispettive abitazioni di residenza.

 

 

22 aprile 2016, in Condofuri (RC), i Carabinieri hanno tratto in arresto MANTI Giuseppe, di anni 56 da San Mauro Torinese (TO) e domiciliato a Condofuri (RC), già noto alle FF.OO., per i reati di rapina in concorso e porto di armi od oggetti atti ad offendere, in esecuzione all’ordine di esecuzione pena, emesso dalla Procura della Repubblica presso il tribunale Ordinario di Torino. Prefato dovrà scontare anni 4, mesi 8 e giorni 6 di reclusione e corrispondere una pena pecuniaria di €.1.000,00 per fatti commessi nella provincia di Torino tra dicembre 2012 e marzo 2013.

 

 

22 aprile 2016, in Melito di Porto Salvo (RC), i Carabinieri hanno tratto in arresto SERRANO’ Carmelo Gianluca, di anni 41 da Melito P.S., per i reati di evasione e produzione, traffico e detenzione illegale di sostanze stupefacenti o psicotrope, in esecuzione all’ordine di esecuzione pena.

 

Il 23 aprile 2016, alle prime ore del giorno, i militari della Tenenza CC di Rosarno, unitamente a quelli di Melicucco e della Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”, a seguito di una accurata e prolungata perquisizione effettuata nei terreni in uso ad una famiglia di Rosarno, rinvenivano, occultata in due siti diversi (uno dei quali, addirittura, parzialmente sotterrato) della sostanza stupefacente del tipo marijuana essiccata e pronta per essere commercializzata. Lo stupefacente ben conservato all’interno di involucri di plastica era, in tutto, 170 grammi. A seguito del rinvenimento veniva tratto in arresto, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, CONSIGLIO Cosimo, di anni 21, che lavora presso i terreni/campagna in questione. Ieri, domenica 24 aprile ’16, a seguito del giudizio direttissimo, innanzi al Tribunale in composizione monocratica di Palmi (RC), dopo la convalida dell’arresto, al ragazzo rosarnese è stata applicata la misura dell’obbligo di presentazione alla p.g. presso la competente struttura dell’Arma.

 

Comunicato stampa Comando Prov. Carabinieri di Reggio Calabria

 

 

Cerca nel sito