Palizzi (RC)Tradito dalla passione per la sua convivente che lo ha lasciato, calibra male la reazione e finisce in prigione

27.12.2015 22:47

Cristian Amendola, 21 anni, è stato arrestato dopo una breve fuga dai carabinieri di Palizzi Marina per tentato incendio, tentata violazione di domicilio, danneggiamento e minaccia

PALIZZI-LASCIATO DALLA CONVIVENTE REAGISCE E FINISCE IN PRIGIONE

PALIZZI (RC)  - Innamorato cotto di una donna palizzitana, ha intavolato una relazione, andata avanti per un certo periodo di tempo. Poi però, il rapporto si è inclinato. Dev’essere successo qualcosa, ciò è chiaro. La donna è rientrata in famiglia. La cosa non è andato a genio allo spasimante. Da qui la reazione inconsulta. Lasciato dalla convivente la vigilia di Natale, ha cercato di incendiare l'auto della famiglia della giovane, ha minacciato di morte il padre, ha sfondato la porta del palazzo in cui vive ed ha cercato di fare lo stesso con la porta dell'appartamento della ragazza. Era nascosto in un garage. Rintracciato ed interrogato presso gli uffici della caserma dei Carabinieri, alla presenza del legale di fiducia, l’uomo è stato associato alla Casa Circondariale di Reggio Calabria. Domani, sarà sottoposto all’interrogatorio di garanzia dal Gip, che dovrà convalidare l’arresto o meno. Solo allora, il difensore di fiducia, potrà avanzare le sue richieste, compresi gli arresti domiciliari, che saranno valutate dal magistrato responsabile del procedimento. Amare una persona, volerle bene, non è reato. No, se la reazione al diniego, non vada ben al di là della semplice protesta o contestazione civile. Il grande affetto, la passione, che il giovane nutre nei confronti della sua convivente, probabilmente lo ha travolto ed anche tradito. Forse, la reazione, è andata oltre i suoi stessi propositi. L’ultima parola, spetta ora al magistrato competente. Sebbene, quella dei parenti della sua convivente, abbia un peso.

Domenico Salvatore

Cerca nel sito