Bova Marina, Battaglia e Miseferi incantano il pubblico con la commedia “Dietro la porta”

13.03.2016 16:35

di Francesca Martino

“Bisogna sempre andare avanti o almeno provarci” è stata una battuta detta nel corso dello spettacolo  teatrale “Dietro la porta” interpretata magistralmente dagli attori Giacomo Battaglia e Gigi Miseferi. L’evento si è tenuto nella serata di ieri 12 marzo a Bova Marina presso il Cineteatro Don Bosco. E’ stata una commedia che ha emozionato il pubblico. L’attenzione è stata alta, accendendo la curiosità della platea di conoscere la fine della storia,

che è stata diretta magnificamente dal regista e autore Gianni Quinto, con le musiche di Sandro Scialpi e i costumi di Renè Bruzzese.

La questione trattata è stata un attesa rimarcando le barriere dell’emarginazione ed esclusione dell'uomo contemporaneo e di aspettative deluse e mai realizzate. Contenuti intensi, che hanno scavato dentro le emozioni, sviscerando ricordi, sensazioni e impressioni.

Tra intervalli e forti silenzi, sulla scena solo una panchina e delle semplici altalene che oscillano e i due attori che si muovono evidenziando così la forza del dialogo. Due clochard, uno più disincantato Armando Meniconi ("Il Principe") interpretato da Giacomo Battaglia e l’altro Giovanni Passalacqua ("Il Terrone) invece più vivace, rappresentato da Gigi  Miseferi.

Gli interpreti si sono trovati davanti ad una porta chiusa, nell’ attesa che si aprisse e li facesse entrare, realizzando così un immagine significativa della società e della vana attesa di qualcosa, che restituisca coscienza alla “cruda realtà” diventando al contempo un opportunità, per riflettere e interrogarsi sui problemi del nostro tempo, quasi a cercare una soluzione ragionevole che spieghi cosa c'è dopo morte, trovando conforto nell’accettazione di essere umani.

 “Ringrazio tutta la produzione che sono i miei compagni di viaggio, il pubblico e le istituzioni presenti che hanno assistito entusiasta allo spettacolo – ha dichiarato l’attore Giacomo Battaglia – “.

A fine spettacolo il regista Gianni Quinto è stato invitato sul palcoscenico da Battaglia e Miseferi e ha dichiarato: “Ringrazio il Teatro Don Bosco, don Natale e don Gaetano per l’affettuosa ospitalità di questa sera e in modo particolare i due splendidi artisti, Giacomo Battaglia e Gigi Miseferi. Voi in Calabria avete la possibilità di avere due attori formidabili e l’applauso deve essere diretto a loro”.

La prossima tappa dello spettacolo sarà a Roma in scena al Teatro Marconi il 13 e 14 aprile 2016.

 
 
 

Cerca nel sito

Array