Operazione Typographic, I clan storici della 'ndrangheta di Gioiosa Jonica, Siderno, Marina di Gioiosa e Grotteria, nel mirino della Guardia di Finanza

10.03.2016 21:13

Operazione Typographic REGGIO CALABRIA, 10 MAR - É scattata all'alba in provincia di Reggio Calabria una vasta operazione condotta congiuntamente dalla Guardia di finanza e dallo Scico e dai carabinieri del Ros, del Comando provinciale di Reggio Calabria e dello Squadrone "Cacciatori di Calabria" nei confronti di un gruppo di persone accusate, tra l'altro, di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione ed usura. Il gruppo criminale, fonte Ansa, agiva nella Locride e in particolare a Siderno, Gioiosa Jonica e Marina di Gioiosa Jonica. L'operazione ha portato al fermo, in esecuzione di un provvedimento della Dda di Reggio Calabria, di 34 persone, alcune delle quali affiliate al "locale" di 'ndrangheta di Gioiosa Ionica.  Perquisizioni domiciliari per cinquantadue persone indagate e sequestro preventivo di beni mobili ed immobili del valore di 15,5 milioni di euro.

I “LOCALI” DI ‘NDRANGHETA DI GIOIOSA JONICA (URSINO-MACRÌ-JERINÒ) E SIDERNO ( RUMBO-GALEA-FIGLIOMENI )NEL MIRINO DELLA DDA DI REGGIO CALABRIA, GRAZIE AL CORAGGIO DI UN IMPRENDITORE DI GIOIOSA, IL TIPOGRAFO NICODEMO PANETTA,  ORA RESIDENTE INSIEME AL SUO NUCLEO FAMILIARE IN LOCALITÀ PROTETTA, CHE MESSO CON LE SPALLE AL MURO E RIDOTTO IN MISERIA HA DECISO DI DIRE “BASTA” E DI DENUNCIARE.

Domenico Salvatore

La denuncia di un imprenditore che ha deciso di ribellarsi ai suoi usurai, coglie di sorpresa fino ad un certo punto. Già il procuratore capo della Repubblica pro tempore, Salvatore Boemi, aveva indicato “il nuovo corso” degl’impresari che non volevano farsi spennare come i polli. Ma poi,  il procuratore capo della DDA, Giuseppe Pignatone, successore di Boemi e soprattutto di Antonio Catanese, aveva incoraggiato la denuncia delle vittime.

Ancora di più lo sta facendo l’ultimo procuratore capo della Repubblica di Reggio Calabria, Federico Cafiero De Raho. Un magistrato di ferro, che sotto il Vesuvio, ha già messo K.O. la Camorra di ‘Sandokhan’, alias Francesco Schiavone & company. E che intende ripetersi con la ‘Ndrangheta, in riva allo Stretto.  

Trentaquattro, i fermi eseguiti questa mattina all'alba  per ordine della Procura di Reggio Calabria. Fra Siderno, Gioiosa Ionica e Marina di Gioiosa Ionica, in manette sono finiti gli uomini delle cosche, storicamente dominanti nell'area, tutti coinvolti in un vasto giro di usura.

È in quel business che da anni, gli Ursino - Macrì, i  Jerinò, i Rumbo - Galea - Figliomeni, i Bruzzese, i Mazzaferro, investono e riciclano parte dei proventi del narcotraffico, schiacciando la già asfissiata economia locale.

I dettagli dell’operazione sono stati resi noti nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta alle ore 10.30 presso il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, diretto dal colonnello Alessandro Barbera, alla presenza del Procuratore Capo della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Calabria,   Federico Cafiero de Raho, assieme al procuratore aggiunto Nicola Gratteri e del comandante regionale Calabria, generale di Divisione Gianluigi Miglioli. C’erano anche il ten. colonnello Lorenzo Sabatino del Ros e William Vinci, comandante del Gruppo di Locri delle Fiamme Gialle

E  degli uomini dello SCICO di Roma, che ha portato a disarticolare un gruppo criminale dedito all’usura e all’esercizio abusivo del credito, gravitante nell’orbita della cosca “Commisso”;  al sequestro di società, terreni, appartamenti ed autovetture: smantellata una pericolosa organizzazione criminale.  

Ben 400 militari, tra Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria diretta dal colonnella Alessandro Barbera e dello SCICO di Roma, diretto dal colonnello Giuseppe Magliocco e Carabinieri del ROS, del Comando Provinciale di Reggio Calabria diretto dal colonnello Lorenzo Falferi e dello Squadrone Eliportato Carabinieri “Cacciatori di Calabria”, ha portato all’esecuzione di un decreto di fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Procura della Repubblica a carico di 34 persone, nonché a perquisizioni nei confronti di 52 indagati ed al sequestro preventivo di beni mobili, immobili e società per un valore di circa 15,5 milioni di Euro.

La mossa è partita dalla ‘cantatina’ del titolare di un'azienda di produzioni grafiche e tipografiche, ora residente insieme al suo nucleo familiare in località protetta. 

Messa in ginocchio dalla crisi, nel 2009, quando banche e finanziarie gli hanno chiuso le porte in faccia, l'uomo si è rivolto ai clan per il piccolo prestito con cui sperava di far uscire la propria ditta dalle secche. Interessi da capogiro, l’hanno portato verso la catastrofe finanziaria e l’inferno in casa.

Il procuratore capo Federico Cafiero de Raho, chiarisce "Secondo i nostri tecnici il tasso d'interesse mensile oscillava fra il 2 e il 15%. Troppo per un piccolo imprenditore, vessato, minacciato, ed intimidito, costretto per anni ad emettere false fatturazioni per società compiacenti; a versare un fiume di denaro nelle casse dei clan.

Il procuratore aggiunto Nicola Gratteri, non usa mezzi termini:" Quello dell'usura, è un reato giovane per la 'ndrangheta, ma è uno dei metodi più utilizzati per riciclare almeno uno spicchio delle centinaia di milioni che arrivano dal traffico internazionale di cocaina”.

Molti dei componenti della locale di Gioiosa Ionica sono già detenuti e colpiti da condanne, pertanto il provvedimento di fermo è stato emesso a carico degli affiliati in stato di libertà, sul conto dei quali sono emersi concreti elementi a suffragio della sussistenza del pericolo di fuga all'estero, in considerazione degli strettissimi legami tra la 'ndrangheta gioiosana e la criminalità organizzata di matrice calabrese operante in Canada.

Il sequestro di beni mobili ed immobili per decine di milioni di euri ( ma certe volte, sono centinaia di milioni)è una delle ‘armi’ usate dallo Stato, per debellare e smantellare le cosche della ‘ndrangheta. Anche in questi casi è stata usata per sequestrare beni mobili ed immobili: auto, moto, appartamenti, terreni coltivati ad agrumeto ed uliveto, conti correnti, partecipazione azionarie, attività commerciali per la vendita al dettaglio ecc.. Come la ‘Piovra’ calabrese, ricicla montagne di denaro, proveniente da attività illecite e fuorilegge.

“1.1. Nucleo familiare di BARBIERO Francesco

a) BARBIERO Francesco, nato a Gioiosa Jonica (RC) il 08.06.1966:

Attività economiche (società, ditte individuali, etc.)

100% dell’impresa individuale BARBIERO Francesco, esercente attività di commercio ambulante a posteggio fisso di tessuti ed abbigliamento a Marina di Gioiosa Jonica (RC) in Via dei Giardini nr. 166.

b) NOVEMBRE Tiziana, nata a Locri (RC) il 25.02.1972:

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazione, etc.)

Autoveicolo Audi A3 SB 2.0 TDI, anno 2008

Autoveicolo Mercedes Classe E 200, anno 2004

Attività economiche (società, ditte individuali, etc.)

25% della società “BMB MONTAGGI ED ARREDAMENTI di Mazzaferro Rocco & C. Sas”, esercente l’attività di altri servizi di sostegno alle imprese, posa in opera di infissi e arredi, con sede a Gioiosa Jonica (RC) in contrada Santa Tecla

1.1. Nucleo familiare di BARBIERO Francesco

a) BARBIERO Francesco, nato a Gioiosa Jonica (RC) il 08.06.1966:

Attività economiche (società, ditte individuali, etc.)

100% dell’impresa individuale BARBIERO Francesco, esercente attività di commercio ambulante a posteggio fisso di tessuti ed abbigliamento a Marina di Gioiosa Jonica (RC) in Via dei Giardini nr. 166.

b) NOVEMBRE Tiziana, nata a Locri (RC) il 25.02.1972:

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazione, etc.)

Autoveicolo Audi A3 SB 2.0 TDI, anno 2008

Autoveicolo Mercedes Classe E 200, anno 2004

Attività economiche (società, ditte individuali, etc.)

25% della società “BMB MONTAGGI ED ARREDAMENTI di Mazzaferro Rocco & C. Sas”, esercente l’attività di altri servizi di sostegno alle imprese, posa in opera di infissi e arredi, con sede a Gioiosa Jonica (RC) in contrada Santa Tecla

Risultanze finanziarie

Nr. 1 polizza ramo vita

c) BARBIERO Davide, nato a Cinquefrondi (RC) il 27.01.1992:

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazione, etc.)

Motociclo Aprilia Scarabeo 100, anno 2002

Attività economiche (società, ditte individuali, etc.)

25% della società “BMB MONTAGGI ED ARREDAMENTI di Mazzaferro Rocco & C. Sas”, esercente l’attività di altri servizi di sostegno alle imprese, posa in opera di infissi e arredi, con sede a Gioiosa Jonica (RC) in contrada Santa Tecla

1.2. Nucleo familiare di BUTTIGLIERI Salvatore

a) BUTTIGLIERI Salvatore, nato a Gioiosa Jonica (RC) il 16.03.1948:

Possidenze immobiliari

 

100% della piena disponibilità del terreno di complessivi m² 940, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Sant’Antonio, che lo utilizza come deposito connesso ad attività commerciale propria e/o familiare con insegna “BUTTIGLIERI CERAMICHE”

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazioni, etc.)

Autoveicolo Mini Cooper 1.6, anno 2003

b) CAVALLARO Assunta, nata a Serra San Bruno (VV) il 15.08.1957:

Possidenze immobiliari

100% della proprietà del fabbricato m² 198, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Ciciarello;100% della proprietà del terreno tipo agrumeto di complessivi m² 680, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC)

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazioni, etc.)

Autoveicolo Citroen C3 1.4 HDI, anno 2007

Autoveicolo Jeep Cherokee 2.5 CRD, anno 2004

Autoveicolo autocarro Iveco Daily, anno 2011

Autoveicolo autocarro Ford Transit 150, anno 1998

Autoveicolo Fiat Panda, anno 1989

Attività economiche (società, ditte individuali, etc.)

100% dell’impresa individuale CERAMICHE BUTTIGLIERI di Cavallaro Assunta, esercente attività di commercio all’ingrosso di altri materiali da costruzione, a Gioiosa Jonica (RC) in Via Ciciarello

c) BUTTIGLIERI Natalino, nato a Catanzaro (CZ) il 3.1.1977

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazioni, etc.)

Autoveicolo Peugeot 307 1.6 16V, anno 2001

Attività economiche (società, ditte individuali, etc.)

33% della società FMB SRL, esercente attività di alberghi e motel, con ristorante, a Stignano (RC) in contrada Favaco SS 106 Km 126,500

100% dell’impresa individuale BUTTIGLIERI Natalino, esercente attività di commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari, a Gioiosa Jonica (RC) in contrada Ciciarello

d) BUTTIGLIERI Brunella, nata a Catanzaro (CZ) il 12.09.1978

Possidenze immobiliari

100% della proprietà del fabbricato cat. A7, classe U, vani 11, censito al foglio di mappa 32, particella 1170, sub 1 del Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Bugella

e) BUTTIGLIERI Alessandra, nata a Catanzaro (CZ) il 19.08.1991:

Possidenze immobiliari

100% della proprietà del fabbricato cat. A7, classe U, vani 16, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Bugella

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazione, etc.)

Autoveicolo Fiat Panda, anno 2014

4.4. Nucleo familiare di CHERUBINO Luigi

a) CHERUBINO Luigi, nato a Melito di Porto Salvo (RC) il 08.05.1962:

Possidenze immobiliari

100% della proprietà del fabbricato m² 97, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Ciciarello

100% della proprietà del fabbricato, vani 7, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Abate Alì

100% della proprietà del fabbricato m² 93, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in Via Lazio, 47/A

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazioni, etc.)

Autoveicolo Fiat Panda, anno 1989

Motociclo Honda Pantheon 125, anno 1999

Autoveicolo Fiat Scudo, anno 1996

Attività economiche (società, ditte individuali, etc.)

15% dell’impresa denominata “IL MILLEPIEDI SHOES & SPORTWEAR SRL”, esercente attività di commercio al dettaglio di calzature e accessori, a Gioiosa Jonica (RC) in Via Abate Alì

b) ZAVAGLIA Giuliana, nata a Gioiosa Jonica (RC) il 08.03.1966:

Possidenze immobiliari

100% della proprietà del fabbricato m² 16, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Varano

100% della proprietà del fabbricato vani 5,5, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Varano

100% della proprietà del fabbricato vani 3, nel Comune di Grotteria (RC), sito in contrada Grotteria Mare

100% della proprietà del fabbricato vani 6,5, nel Comune di Grotteria (RC), sito in contrada Grotteria Mare

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazioni, etc.)

Autoveicolo Fiat 500 1.3 MJT 16V, anno 2008

Autoveicolo Peugeot 107 1.0 12V, anno 2011

Attività economiche (società, ditte individuali, etc.)

35% dell’impresa denominata “IL MILLEPIEDI SHOES & SPORTWEAR SRL”, esercente attività di commercio al dettaglio di calzature e accessori, a Gioiosa Jonica (RC) in Via Abate Alì

c) CHERUBINO Caterina, nata a Siderno (RC) il 10.09.1986:

Possidenze immobiliari

100% della proprietà del fabbricato vani 7,5, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Maratà, 31

100% della proprietà del fabbricato m² 87, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Maratà, 32/33

100% della proprietà del terreno tipo agrumeto di complessivi m² 112, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC)

100% della proprietà del terreno tipo agrumeto di complessivi m² 101, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC)

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazioni, etc.)

Autoveicolo Fiat Bravo 1.6 MJT 16V 5P, anno 2012

d) CHERUBINO Roberta, nata a Rossano (CS) il 06.09.1989 (vedasi quanto già elencato nel nucleo familiare di BARBIERO Domenico al precedente punto 4.1.):

4.5. Nucleo familiare di DEMASI Rocco

a) DEMASI Rocco, nato a Gioiosa Jonica (RC) il 15.03.1954:

Possidenze immobiliari

100% della proprietà del fabbricato nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Zimbario, 10/C

100% della proprietà del fabbricato m² 140, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Cardusa

100% della proprietà del fabbricato m² 67, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Zimbario, 10/C

100% della proprietà del fabbricato vani 8, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Zimbario, 10/C

100% della proprietà del terreno di complessivi m² 340, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC)

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazioni, etc.)

Motociclo Honda SH 300, anno 2008

Autoveicolo Fiat autocarro, anno 1983

Attività economiche (società, ditte individuali, etc.)

100% dell’impresa individuale denominata “Azienda agricola Silipi di DEMASI Rocco, esercente attività di allevamento di bovini e bufalini di carne, a Gioiosa Jonica (RC) in contrada Zimbario nr. 10/C

b) FUDA Anna Maria, nata a Grotteria (RC) il 11.01.1964:

Possidenze immobiliari

100% della proprietà del fabbricato nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Librandi

100% della proprietà del fabbricato m² 226, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Librandi, 37/B

100% della proprietà del fabbricato, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Librandi

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazione, etc.)

Autoveicolo Mercedes Classe A 180, anno 2011

Autoveicolo Fiat Panda 1.3 MJT 16V 5P, anno 2010

Autoveicolo Fiat Panda 1.3 MJT 16V 4×4 5P, anno 2010

Autoveicolo Toyota Yaris 1.4 D-4D 3P, anno 2006

Attività economiche (società, ditte individuali, etc.)

100% dell’Impresa individuale FUDA Anna Maria, esercente attività di commercio al dettaglio di ferramenta, a Gioiosa Jonica (RC) in contrada Librandi

c) DEMASI Maria Teresa, nata a Locri (RC) il 16.12.1984:

Possidenze immobiliari

100% della proprietà del fabbricato vani 8, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Librandi

d) DEMASI Giuseppe, nato a Locri (RC) il 09.10.1986:

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazione, etc.)

Motociclo Honda SH 300, anno 2010

4.6. Nucleo familiare di FRANZE’ Corrado

a) FRANZE’ Corrado, nato a Locri (RC) il 23.05.1967:

Possidenze immobiliari

100% della proprietà del fabbricato vani 13,5, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Elisabetta

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazioni, etc.)

Autoveicolo Fiat Grande Punto 1.3 MJT 5P, anno 2005

Motociclo Yamaha T-MAX 500, anno 2008,

b) JASZCZ Boguslawa Zofia, nata in Polonia (EE) il 24.03.1969:

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazione, etc.)

Autoveicolo Renault Scenic 1.5 DCI, anno 2009

4.7. Nucleo familiare di INFUSINI Giuseppe Vincenzo

a) INFUSINI Giuseppe Vincenzo, nato a Etobicoke (Canada) il 09.07.1977:

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazioni, etc.)

Autoveicolo Audi Q5 2.0 TDI QUATTRO, anno 2013

100% dell’impresa individuale INFUSINI Giuseppe Vincenzo esercente attività delle concessionarie pubblicitarie, a Siderno (RC) in Corso Garibaldi nr. 84

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazione, etc.)

Autoveicolo Smart Fortwo CDI, anno 2003

b) CONDARCURI Carmela, nata a Locri (RC) il 20.09.1958:

Possidenze immobiliari

100% della proprietà del fabbricato vani 4,5, nel Comune di Siderno (RC), sito in contrada Lamia, 65

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazione, etc.)

Autoveicolo Opel Adam 1.4 GPL, anno 2013

a) BRUZZESE Maria Luisa, nata a Locri (RC) il 30.01.1974:

Possidenze immobiliari

100% della proprietà del fabbricato m² 54, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in Via Piero Gobetti

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazione, etc.)

Autoveicolo Fiat Panda Van, anno 2010

Autoveicolo Fiat Seicento 1.1, anno 2001

4.9. Nucleo familiare di MACRI’ Rocco

a) MACRI’ Rocco, nato a Gioiosa Jonica (RC) il 16.08.1967:

Possidenze immobiliar

100% della proprietà del fabbricato vani 8, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Abate Alì

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazioni, etc.

Autoveicolo Fiat Bravo 1.6 MJT 16V anno 2012

Autoveicolo Fiat 500 1.2, anno 2010

Motociclo Piaggio Vespa LX 125, anno 2006

Autoveicolo BMW Serie 320D, anno 2005

Attività economiche (società, ditte individuali, etc.)

25% dell’impresa denominata “IL MILLEPIEDI SHOES & SPORTWEAR SRL”, esercente attività di commercio al dettaglio di calzature e accessori, a Gioiosa Jonica (RC) in Via Abate Alì

b) NAPOLI Santa, nata a Locri (RC) il 01.11.1970:

Possidenze immobiliari

100% della proprietà del fabbricato nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Abate Alì

100% della proprietà del terreno tipo agrumeto di complessivi m² 375, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Miccio o Abate Alì

100% della proprietà del terreno tipo agrumeto di complessivi m² 120, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC)

Attività economiche (società, ditte individuali, etc.)

25% dell’impresa denominata “IL MILLEPIEDI SHOES & SPORTWEAR SRL”, esercente attività di commercio al dettaglio di calzature e accessori, a Gioiosa Jonica (RC) in Via Abate Alì

4.10. Nucleo familiare di MALFONE Antonio Salvatore

a) MALFONE Antonio Salvatore, nato a Gioiosa Jonica (RC) il 21.06.1962:

Attività economiche (società, ditte individuali, etc.)

100% dell’impresa individuale MALFONE Antonio esercente attività di servizi dei saloni di parrucchiere, a Gioiosa Jonica (RC) in Viale Rimembranze

b) COMMISSO Carmela, nata a Locri (RC) il 20.10.1968:

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazione, etc.)

Autoveicolo Mercedes Classe A 160 CDI, anno 2009

Autoveicolo Smart Fortwo 800 CDI Business, anno 2003

Attività economiche (società, ditte individuali, etc.)

100% dell’impresa individuale COMMISSO Carmela esercente attività di commercio al dettaglio di confezioni per adulti, a Marina di Gioiosa Jonica (RC) in Piazza Zaleuco nr. 3/A

4.11. Nucleo familiare di MESITI Vincenzo

a) MESITI Vincenzo, nato a Gioiosa Jonica (RC) il 14.08.1967:

Possidenze immobiliari

100% della proprietà del fabbricato nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in Rione Europa

100% della proprietà del fabbricato nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in Rione Europa

100% della proprietà del fabbricato m² 90, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in Rione Europa

b) PARISI Carmen, nata a Locri (RC) il 19.06.1973:

Attività economiche (società, ditte individuali, etc.)

100% dell’impresa individuale denominata FASHION CENTER di PARISI Carmen, esercente attività di servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere, in Gioiosa Jonica (RC) in Via Abate Alì

4.12. Nucleo familiare di PROLOGO Roberto

a) PROLOGO Roberto, nato a Gioiosa Jonica (RC) il 31.05.1972:

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazioni, etc.)

Autoveicolo Fiat Punto 1.3 MJ, anno 2005

b) SAINATO Rosa, nata a Gioiosa Jonica (RC) il 10.07.1934:

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazioni, etc.)

Autoveicolo Fiat Panda 1.2 5P, anno 2013

Autoveicolo Fiat Idea 1.3 MJT 16V, anno 2005

4.13. Nucleo familiare di PROTA Nicola

a) PROTA Nicola, nato a Gioiosa Jonica (RC) il 28.06.1959:

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazioni, etc.)

Autoveicolo Fiat Panda 1.2 5P, anno 2007

b) OPPEDISANO Teresa, nata a Gioiosa Jonica (RC) il 27.02.1960:

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazione, etc.)

Autoveicolo Fiat Seicento 1.1, anno 2000

4.14. Nucleo familiare di RODINO’ Rocco

a) RODINO’ Rocco, nato a Gioiosa Jonica (RC) il 04.02.1952:

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazioni, etc.)

Motociclo Aprilia Scarabeo 150, anno 1999

b) COMMISSO Teresa, nata a Gioiosa Jonica (RC) il 28.03.1954

Possidenze immobiliari

50% della proprietà del fabbricato vani 1, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in Via Amaduri, 14

c) RODINO’ Enza, nata a Catanzaro (CZ) il 24.03.1981:

Possidenze immobiliari

100% della proprietà del fabbricato vani 4,5, nel Comune di Marina di Gioiosa Jonica (RC), sito in Via Europa

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazione, etc.)

Autoveicolo Citroen C3 1.1, anno 2003

4.15. Nucleo familiare di RODINO’ Salvatore

a) RODINO’ Salvatore, nato a Siderno (RC) il 10.08.1976:

Possidenze immobiliari

100% della proprietà del fabbricato vani 6,5, nel Comune di Goiosa Jonica (RC), sito in Vico Telesio, 20

100% della proprietà del fabbricato vani 9, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in Vicolo Telesio, 14

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazioni, etc.)

Autoveicolo Fiat Panda 1.2 5P, targato CW072KJ, immatricolato in data 07.06.2005

Attività economiche (società, ditte individuali, etc.)

100% dell’impresa individuale RODINO’ Salvatore esercente attività di commercio al dettaglio di calzature e accessori, a Gioiosa Jonica (RC) in Via Cavour

4.16. Nucleo familiare di SCALI Pasquale

a) SCALI Pasquale, nato a Marina di Gioiosa Jonica (RC) il 20.02.1966:

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazioni, etc.)

Motociclo Aprilia Habana 125, anno 2000

b) COMMISSO Germana, nata a Marina di Gioiosa Jonica (RC) il 06.08.1967:

100% della proprietà del terreno di complessivi m² 2730, nel Comune di Marina di Gioiosa Jonica (RC)

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazione, etc.)

Autoveicolo Fiat Panda 1.3 MJT 16V 5P, anno 2006

c) SCALI Raffaele, nato a Locri (RC) il 03.03.1989:

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazione, etc.)

Autoveicolo Fiat Cinquecento 900, anno 1997

Attività economiche (società, ditte individuali, etc.)

100% dell’impresa individuale NOBILGAS di Raffaele SCALI esercente attività di commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico, in Marina di Gioiosa Jonica (RC) in Strada Lenza nr. 51/C.

4.17. Nucleo familiare di URSINI Santa

a) URSINI Santa, nata a Gioiosa Jonica (RC) il 09.07.1942:

Possidenze immobiliari

100% della proprietà del fabbricato vani 7,5, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Pontigliara

100% della proprietà del terreno tipo uliveto di complessivi m² 3240, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC)

100% della proprietà del terreno di complessivi m² 2440, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC)

100% della proprietà del terreno di complessivi m² 1330, nel Comune di Mammola (RC)

100% della proprietà del fabbricato rurale di complessivi m² 110, nel Comune di Mammola (RC)

100% della proprietà del terreno tipo seminativo di complessivi m² 1890, nel Comune di Mammola (RC)

100% della proprietà del terreno di complessivi m² 2760, nel Comune di Mammola (RC)

100% della proprietà del terreno di complessivi m² 5980, nel Comune di Mammola (RC)

100% della proprietà del terreno tipo uliveto di complessivi m² 1180, nel Comune di Mammola (RC)

100% della proprietà del terreno tipo uliveto di complessivi m² 900, nel Comune di Mammola (RC)

100% della proprietà del terreno di complessivi m² 7070, nel Comune di Mammola (RC)

100% della proprietà del terreno nel Comune di Mammola (RC)

100% della proprietà del terreno tipo uliveto di complessivi m² 640, nel Comune di Mammola (RC)

Possidenze mobiliari (autovetture, imbarcazioni, etc.)

Autoveicolo Suzuki Grand Vitara 1.9, anno 2009

Motociclo Honda SH 150, anno 2005

Attività economiche (società, ditte individuali, etc.)

100% dell’impresa individuale URSINI Santa esercente attività di allevamento di ovini e caprini, in Gioiosa Jonica (RC) in contrada Pontagliara

Risultanze finanziarie

Nr. 2 polizze assicurative ramo vita

b) MACRI’ Vincenzo, nato a Gioiosa Jonica (RC) il 20.07.1962, deceduto il 30.04.1993:

Possidenze immobiliari

100% della proprietà del fabbricato vani 12, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Palma

100% della proprietà del fabbricato m² 266, nel Comune di Gioiosa Jonica (RC), sito in contrada Palma”.

Il comunicato stampa ufficiale: “Alle prime luci dell’alba, in provincia di Reggio Calabria, è scattata una vasta operazione anticrimine condotta congiuntamente dalle Fiamme Gialle e dai Carabinieri nei confronti di un gruppo di persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione, usura ed esercizio abusivo del credito, con l’aggravante del metodo mafioso, operanti nella Locride ed, in particolare, nei Comuni di Siderno, Gioiosa Jonica e Marina di Gioiosa Jonica.

L’operazione, che ha impegnato oltre 400 militari, tra Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria e dello SCICO di Roma, e Carabinieri del ROS, del Comando Provinciale di Reggio Calabria e dello Squadrone Eliportato Carabinieri “Cacciatori di Calabria”, ha portato all’esecuzione di un decreto di fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Procura della Repubblica – DDA di Reggio Calabria a carico di 34 persone, nonché a perquisizioni nei confronti di 52 indagati ed al sequestro preventivo di beni mobili, immobili e società per un valore di circa 15,5 milioni di Euro.

L’indagine, condotta sotto la direzione della D.D.A. di Reggio Calabria, prende le mosse dalla denuncia di un imprenditore operante nel settore tipografico, ora residente unitamente al suo nucleo familiare in località protetta, il quale ha delineato una complessa attività di usura posta in essere ai suoi danni da soggetti contigui alle cosche di ‘ndrangheta operanti nei Comuni della fascia Jonica della Locride, gli “Ursino–Macrì” e “Jerinò” di Gioiosa Jonica, i “Rumbo–Galea–Figliomeni” di Siderno, i “Bruzzese” di Grotteria, i “Mazzaferro” di Marina di Gioiosa Jonica.

Le successive indagini, anche di natura tecnica, avviate dalla Guardia di Finanza su delega della DDA della Procura della Repubblica di Reggio Calabria, corroborate dalle autonome investigazioni dei Carabinieri del ROS sulle dichiarazioni rese da alcuni collaboratori di giustizia, hanno permesso di ricostruire la struttura della locale della ‘ndrangheta di Gioiosa Ionica, riconducibile alle famiglie URSINO – MACRI’ – JERINO’ e individuare un consistente giro di usura ai danni di oltre 50 soggetti ai quali, le cosche applicavano interessi usurari oscillanti tra il 50% ed il 500% annuale.

Le indagini hanno evidenziato che quando la vittima di usura non poteva far fronte agli interessi mensili con il denaro, veniva costretta, in alcuni casi, ad emettere fatture false a favore di società riconducibili e/o vicine agli usurai, al fine di far figurare costi mai sostenuti da queste ultime ed abbattere così la base imponibile ai fini della successiva tassazione.

Molti dei componenti della locale di Gioiosa Ionica sono già detenuti in quanto coinvolti in varie operazioni di polizia giudiziaria e colpiti da condanne, pertanto il provvedimento di fermo è stato emesso a carico degli affiliati in stato di libertà, sul conto dei quali sono emersi concreti elementi a suffragio della sussistenza del pericolo di fuga all’estero, in considerazione degli strettissimi legami tra la ‘ndrangheta di Gioiosa Ionica e la criminalità organizzata di matrice calabrese operante in Canada che, come accertato, tra l’altro nei processi “Crimine” e “Morsa sugli appalti”, costituisce una diretta emanazione della stessa “società” gioiosana.

 

L’esistenza della cosca URSINO di Gioiosa Ionica è stata sancita con sentenza passata in giudicato nel luglio 2014 a conclusione del procedimento penale relativo all’operazione “MISTERO” della D.D.A. di Reggio Calabria, scaturito dall’omicidio di SIMARI Pasquale [cl.1965, ucciso nel luglio 2005] che ha portato alla condanna, fra gli altri, di URSINO Antonio per associazione mafiosa.

Più di recente, l’operazione “NEW BRIDGE”, conclusa nel febbraio 2014, ha evidenziato il coinvolgimento degli URSINO nel traffico internazionale di sostanze stupefacenti, in connessione con la famiglia mafiosa siciliana dei “GAMBINO” di New York.

Oltre ai 34 fermi operati da Carabinieri e Finanzieri (elenco in allegato), le Fiamme Gialle hanno eseguito il sequestro preventivo di beni per un valore stimato di 15,5 milioni di euro (elenco in allegato), in esito a indagini patrimoniali che hanno consentito di individuare abitazioni, ville, attività commerciali, automezzi e conti correnti bancari illecitamente accumulati e quindi sequestrati ai sensi della normativa antimafia. I fermati sono stati tutti associati in carcere.

Elenco persone sottoposte a Fermo di indiziato di delitto.

    AGOSTINO Nicola (cl.1969 – alias “u scaccia”), res. Gioiosa Jonica;

    BARBIERO Francesco, cl.1966, residente a Marina di Gioiosa Jonica;

    BENCI Filippo, cl.1979, residente a Gioiosa Jonica (RC);

    CARUSO Francesco, cl.1979, residente a Soverato (CZ)

    CHERUBINO Caterina, cl.1986, residente a Gioiosa Jonica (RC);

    CHERUBINO Luigi, cl.1962, residente a Gioiosa Jonica (RC);

    FORTUNIO Massimiliano, cl.1971, residente a Gioiosa Jonica (RC);

    FORTUNIO Rocco, cl.1939, residente a Gioiosa Jonica (RC);

    IERINO’ Carlo, cl.1970, residente a Gioiosa Jonica (RC);

    JERINO’ Domenico Antonio, cl.1963, residente a Gioiosa Jonica;

    JERINO’ Maria, cl.1961, residente a Torino;

    LOCCISANO Giuseppe, cl.1973, residente a Gioiosa Ionica (RC);

    LUPOI Giuseppe, cl.1944, residente a Gioiosa Ionica (RC);

    MACRI’ Rocco, cl.1967, residente a Gioiosa Jonica (RC);

    MALFONE Antonio Salvatore, cl.1962, residente a Gioiosa Jonica;

    MESITI Vincenzo, cl.1967, residente a Gioiosa Jonica (RC);

    NAPOLI Armando, cl.1969, residente a Gioiosa Jonica (RC);

    OPPEDISANO Rocco, cl.1931, residente a Gioiosa Jonica (RC);

    OPPEDISANO Teresa, cl.1960, residente a Gioiosa Jonica (RC);

    PROLOGO Roberto, cl.1972, residente a Marina di Gioiosa Jonica;

    PROTA Nicola, cl.1959, residente a Gioiosa Jonica (RC);

    PROTA Salvatore, cl.1983, residente a Gioiosa Jonica (RC);

    PROTA Teresa, cl.1970, residente a Gioiosa Jonica (RC);

    RACCO Luigi, cl.1973, residente a Gioiosa Jonica (RC);

    RODINO’ Rocco, cl.1952, residente a Gioiosa Jonica (RC);

    RODINO’ Salvatore, cl.1976, residente a Gioiosa Jonica (RC);

    SAINATO Vincenzo, cl.1981, residente a Gioiosa Ionica (RC);

    SCALI Pasquale, cl.1966, residente a Marina di Gioiosa Jonica (RC);

    URSINI Santa, cl.1942, residente a Gioiosa Jonica (RC) ;

    ZAVAGLIA Giuliana, cl.1966 res. Gioiosa Jonica;

    ZAVAGLIA Pasquale, cl.1953, residente a Gioiosa Jonica (RC)”.

Quest’operazione antimafia, messa a segno dalla DDA che sul territorio, coordina il lavoro di Polizia, Guardia di Finanza e Carabinieri, contro la cosche storiche della ‘ndrangheta, ha ribadito un paio di elementi, fondamentali nella lotta alla mafia.

La volontà dello Stato, di riappropriarsi del territorio, ancora saldamente in mano ai clan, per restituire al cittadino, la fiducia nelle istituzioni.

La droga, costituisce ancora l’elemento cardine, intorno a cui ruota la “Gramigna”.

Il problema del riciclaggio del denaro sporco, provento di attività criminali ed illecite, non è stato risolto del tutto.

Le ’famiglie’ controllano il mercato del lavoro e l’economia.

Con i padrini e capibastone in galera, al 41 bis, agli arresti domiciliari, ai servizi sociali, se non obbligo di firma e perfino in ospedale od al cimitero, oppure sotto processo, le giovani leve si fanno avanti per riempire il vuoto di potere.

I mammasantissima, sebbene segregati, non intendono “mollare” l’osso. Dal carcere continuano ancora a dettare legge. Sia pure in condizioni estremamente difficili. Questo è anche, il momento del ricambio generazionale.

Ma lo Stato, la magistratura, le forze di polizia, sorvegliano e vigilano anche su questo. Questo è anche il momento delle congratulations.

Comprese quelle, del prefetto di Reggio Calabria, Claudio Smmartino, dirette al comandante provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, colonnello Alessandro Barbera. Domani si muoverà pure la politica e le altre istituzioni. Domenico Salvatore

  

Cerca nel sito