OLIVERIO E IRTO STIGMATIZZANO IL DISIMPEGNO DELLA "TUA AUTOWORKS ITALIA" A GIOIA TAURO

22.04.2016 22:05

“Respingiamo fermamente e giudichiamo del tutto inaccettabile l’orientamento espresso dai rappresentanti del gruppo ‘Tua Autoworks Italia’, nel corso dell’ultimo incontro al ministero dello Sviluppo economico, alla presenza dei vertici della Regione. Quella societa’ ha sottoscritto un contratto di programma, un impegno formale e vincolante sotto il profilo giuridico, per la realizzazione di una fabbrica di automobili a Gioia Tauro che sarebbe davvero molto importante per l’economia del nostro territorio. Oggi quell’impresa non puo’ sconfessare se stessa e pensare di ritirare l’investimento”. Lo afferma il presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto. “In una regione come la nostra, nella quale la disoccupazione si attesta a livelli ancora molto alti, non si scherza con il tema del lavoro. E’ una questione troppo delicata, di fronte alla quale non accettiamo tentennamenti ne’ comportamenti irresponsabili. Se la ‘Tua Autoworks Italia’ non e’ nelle condizioni di onorare gli impegni che ha assunto, non puo’ pensare di cavarsela con una comoda uscita di scena. Al tempo stesso pero’ – aggiunge Irto – non possiamo non ritenere che l’istruttoria che si e’ conclusa con la valutazione positiva del progetto sia stata quanto meno superficiale. Sarebbe gravissimo se, come pare, questa fosse l’ennesima societa’ priva della solidita’ finanziaria necessaria per investire sul nostro territorio”.

Ad avviso del presidente del Consiglio regionale, “la Calabria non e’ piu’ terra per ‘prenditori’. Come cittadini calabresi e come rappresentanti delle istituzioni, ci opporremo con ogni strumento giuridico messo a disposizione dal nostro ordinamento. Ma c’e’ un altro profilo, forse ancora piu’ rilevante, ed e’ quello dell’impegno politico che il governo nazionale ha messo in campo a favore del Mezzogiorno e della Calabria. Un impegno – conclude Irto - che non puo’ essere messo in discussione a causa di un comportamento aziendale che denota, oltre tutto, immaturita’ nella gestione delle relazioni istituzionali. Chiediamo al presidente Renzi di intervenire personalmente e con autorevolezza su questa vicenda che e’ fonte di profonda preoccupazione".

 

Il Portavoce della Presidenza del Consiglio Regionale

--------------------------------------------------------------

 

________________________________________________________

Dichiarazione del Presidente Oliverio sull’orientamento della “Tua Autoworks” di non proseguire nell’avvio dell’insediamento a Gioia Tauro

“Nel corso dell’incontro promosso dal Mise abbiamo appreso dell’orientamento assunto da “Tua Autoworks Italia spa” di non proseguire l’iter di realizzazione dell’investimento previsto, a seguito di un contratto di programma promosso da Invitalia, per uno stabilimento di produzione di automobili a Gioia Tauro in integrazione con un analogo investimento in Puglia. Abbiamo già stigmatizzato immediatamente ed in termini netti contestiamo il comportamento dei rappresentanti del gruppo americano che ha sottoscritto il contratto di programma a seguito del quale la Regione Calabria ha attivato concreti impegni anche nel settore della formazione. Così come abbiamo preannunciato che la Regione si opporrà, in tutte le forme ed in tutte le sedi, all’interruzione senza validi motivi di una procedura già avviata. Auspichiamo anche un adeguato intervento da parte del Ministero competente che siamo fiduciosi non mancherà. Anche ed in primo luogo da parte dell’Amministrazione di “Invitalia” a cui è affidato il compito e la responsabilità di gestire i “Contratti di Sviluppo” e quindi la valutazione del progetto “Tua Autoworks Italia spa”, siamo sicuri che saranno assunte decisioni relative al progetto proposto nei mesi scorsi per il finanziamento e sul quale sono stati formalmente sottoscritti impegni chiari e precisi in un apposito Protocollo da parte del Ministro dello Sviluppo Economico, dell’Amministratore delegato di “Invitalia” e dei Presidenti delle Regioni Calabria e Puglia. Già in queste ore stiamo svolgendo tutte le verifiche tecniche necessarie; abbiamo chiesto all’Autorità portuale, ed al Ministero delle Infrastrutture dal quale dipende, di fornire tutti gli elementi necessari per non dare alibi ad alcuno. La Regione ha svolto la sua parte fino in fondo e non può consentire che lo sforzo in atto per rilanciare l’area di Gioia Tauro come una occasione ed una risorsa per il Sud e per l’Italia venga mortificato”. o.m                                                                                                   

 Presidenza della Giunta Regionale - Uff. Stampa

                                                                                       

Cerca nel sito