Melito Porto Salvo (RC)-I lavori del consiglio comunale

29.04.2016 14:25

MA IL COMUNE DI MELITO, RISCHIA IL DISSESTO FINANZIARIO?

di Francesca Martino

Nel pomeriggio di ieri 28 aprile 2016, alle ore 15:00 presso la Sala Consiliare, ripristinata da poco, si sono svolti i lavori del Consiglio Comunale.

Sono stati discussi i punti all’ordine del giorno; approvata pure all'unanimità, la mozione presentata dal movimento “Unacittàda#cambiare” sulla donazione degli organi su carta d’identità.

Al riguardo la consigliera Nina Iaria ha dichiarato: “Alla presentazione del progetto mi sarei aspettata un maggiore coinvolgimento, anziché deliberarla due giorni prima in giunta comunale ”. Approvate le aliquote Tasi ed Imu dalla maggioranza, astenuti i gruppi di minoranza “Melito Cambia” e “Unacittàdacambiare”.

Il consigliere Carmelo Minniti ha proposto una riduzione delle tariffe Irpef, che è stata rifiutata dal Sindaco ed è passata subito dopo con i voti della maggioranza e di Carmelina Nucera (gruppo misto). Medesima valutazione per l’approvazione del programma finanziario sui rifiuti Tari per l’anno 2016 e per l’imposta Iuc. Approvata ad unanimità il regolamento per la posa di infrastrutture interrate.

Nel corso della seduta consiliare sono state diffuse una serie di comunicazioni da parte del Sindaco Giuseppe Salvatore Meduri, prima fra tutte che il Comune melitese rischia il dissesto finanziario; la solidarietà per l’atto intimidatorio perpetrato nei confronti del Consigliere Francesco Russo; i lavori di ripristino del manto stradale e del lungomare e in merito a questo il 'Primo Cittadino Meduri' ha sottolineato che il Comune non paga il Demanio dal 2002, ma verranno accelerate le azioni di messa in sicurezza prima della stagione estiva.

Subito dopo la notizia, che l'amministrazione comunale di Melito Porto Salvo ha previsto un servizio navetta nei giorni 30/04 ed 01/05, al fine di facilitare gli spostamenti e la partecipazione alle messe ed alle processioni in onore di Maria SS di Porto Salvo.

Tema discusso è stato il tema dell’Ospedale “Tiberio Evoli”, in cui il consigliere Domenico Scambia ha affermato: “Non è possibile che vengano tagliati i servizi ospedalieri e non venga informato il Sindaco.

L’Ospedale è dei cittadini, del Sindaco e dell’Amministrazione comunale. Vogliamo sapere il contenuto dell’atto aziendale prima di essere approvato”.

 

Cerca nel sito

Array