Melito Porto Salvo, riflessioni nel convegno “La vita non è un gioco”

02.05.2016 21:06

di Francesca Martino

Svolto il convegno: “La vita non è un gioco: riflessione e strumenti per il contrasto del gioco d’azzardo patologico”. L’iniziativa è stata organizzata dal Movimento politico culturale “Una città da #cambiare” con il patrocinio gratuito della Presidenza del Consiglio Regionale della Calabria, della Provincia di Reggio Calabria e dell’amministrazione comunale di Melito di Porto Salvo, dell’ASP di Reggio Calabria, dell’ANPE (Associazione Nazionale Pedagogisti Italiani), del Forum del III settore dell’Area Grecanica, del Ce.Re.So. (Centro Reggino di Solidarietà) e della Fondazione Exodus di Don Antonio Mazzi.

I lavori sono stati introdotti e moderati dal Portavoce del Movimento, il Dott. Francesco Baccellieri, subito dopo sono seguiti i saluti del Presidente del Consiglio Regionale, l’On. Nicola Irto, che ha evidenziato come i il fenomeno del gioco d’azzardo è divenuto dilagante negli ultimi anni, suggerendo diverse modalità di intervento, quali una maggiore informazione, sensibilizzazione e assistenza verso chi è vittima di ludopatia.

Nel corso dell’incontro sono intervenuti il Dott. Luciano Squillaci, Presidente FICT e vice-Presidente Ce.Re.So; il Dott. Piero Surfaro, del Ce.Re.So, Pedagogista (vicepresidente ANPE- Calabria) e la Dott.ssa Caterina De Stefano, Dirigente del Dipartimento per le Dipendenze dell’ASP di RC  che ha tracciato gli aspetti clinici della malattia, sottolineando come i bambini, adolescenti e anziani siano i soggetti più a rischio. Le conclusioni sono state affidate dai consiglieri comunali, Antonina Iaria e Carmelo Minniti.

Cerca nel sito

Array