Melito Porto Salvo, il medico Giuseppe Caristo, quel nobile figlio di questa terra, che dedicò la sua vita alla Medicina

02.02.2016 18:50

Puoi scrivere qui...

Direttore Sanitario DELL’ ASL 4 Giuseppe Caristo, 62 anni, specializzato in Medicina del Lavoro, dirigente medico e direttore sanitario del S. Martino. Dal 1999 al 2015. Valente medico, uomo semplice e di grande umanità ed umiltà. Marito premuroso, padre affettuoso, politico serio ed incorruttibile

LA SCOMPARSA DEL DIRETTORE SANITARIO GIUSEPPE CARISTO, COLONNA PORTANTE DELL’OSPEDALE SAN MARTINO DI GENOVA

Domenico Salvatore

Melito Porto Salvo- Le mura ed i muri della città di Melito Porto Salvo, come d’abitudine, uso e costume, sono tappezzati di manifesti funebri, per annunciare urbi et orbi, la dipartita di un caro estinto.

Dispiace sempre, apprendere o leggere la scomparsa di una persona, un conoscente, un parente, un amico un concittadino.

Il distacco di una persona amata, rispettata e riverita crea: dolore, angoscia, sofferenza ed amarezza; se non traumi.

Oggi, abbiamo letto che un illustre personaggio di questa città e soprattutto della città di Genova, dove il dottor Giuseppe Caristo era un’istituzione, sia tornato al Padre.

II dottor Caristo era personaggio di spessore sociale, culturale sanitario e medico; anche nel campo politico; avendo ricoperto la carica di consigliere comunale. Porgiamo le condoglianze a Salvatore "Totò" Caristo e sua moglie Florinda  Tringali, direttamente, nella loro casa di Melito-Pallica.

Abbiamo rapporti, con alcuni suoi parenti di Melito, ma, conoscevamo il dottor Giuseppe Caristo di fama; avendo avuto notizia, che lo scomparso, abbia ricoperto l’incarico di direttore sanitario dell’ospedale San Martino, della “Città della Lanterna” per tanti anni; poi anche dell’Asl 4.

Un raro esempio di moralità ed attaccamento al dovere. Punto di riferimento per gli ammalati e gli assistiti della città e della Liguria, a cui si dedicava in full immersion. Ben al di là della fedeltà al ‘Giuramento di Ippocrate’. Compresi i Calabresi residenti e gli oriundi.

In verità, un personaggio straordinario, che partito dallo “sprofondo” Sud, se non con la valigia in mano ed il treno della speranza, almeno con la voglia matta di conquistare un posto al sole; di rendersi utile al cittadino; per alleviare le sofferenze psico-fisiche del malato-degente.

A prescindere dalla lingua, etnia, razza e religione.

Un operatore sanitario, attivo h 24, che ha lasciato un segno tangibile della sua opera al servizio del cittadino, della società, dell’umanità. Davvero tante le iniziative ed i coordinamenti. Il Raggruppamento di Genova e Liguria del Corpo Italiano di Soccorso dell' Ordine di Malta, coordinato dal Conte Alessandro Thellung de Courtelary, in collaborazione con la Centrale Operativa 118 - Genova Soccorso, ha promosso lo scorso novembre 1999 un Corso di Primo Soccorso, rivolto in particolare ai volontari degli ambiti socio sanitario e di protezione civile ed appartenenti alle Forze Armate e Carabinieri.

Il Corso, la cui Direzione è stata affidata al Dott. Giuseppe Caristo, ha avuto luogo presso la sede della Delegazione Ligure dell'Ordine in vico a sinistra di S. Pancrazio, ed ha inteso fornire le capacità pratiche di base necessarie per salvare la vita, sostenere le condizioni del paziente fino all'intervento del medico e far apprendere tecniche elementari di assistenza al malato. I partecipanti sono stati una quarantina…”

Il presidente  de Consiglio comunale Guerello ha chiesto un minuto di raccoglimento per commemorare la scomparsa di Giuseppe Caristo, già consigliere comunale dal ’90 al ’93 e dal ’93 al ’97. Persona dall’intensa attività professionale e politica, Caristo è stato coordinatore del servizio di  pronto soccorso “118”.

Alcuni necrologi, che informavano la cittadinanza del prematura scomparsa del professionista…

“E' mancato Giuseppe Caristo di anni 62, medico chirurgo. Lo annunciano la moglie Brigida Manti, i figli Matteo, Andrea e Isabella, le sorelle, il fratello, i cognati, i nipoti e i parenti tutti. I funerali avranno luogo lunedì 23 novembre alle ore 10,00 nella chiesa dell'ospedale S. Martino. Il Santo Rosario sarà recitato domenica 22 novembre alle ore 20,30 nella chiesa Succursale di Vetrerie.

La presente quale partecipazione e ringraziamento. Si prega di non inviare fiori bensì devolvere eventuali offerte alle Pubbliche Assistenze.

I Medici ed il personale della Direzione Sanitaria dell'IRCCS San Martino - Ist sono vicini alla famiglia per la perdita del dottore Giuseppe Caristo caro amico e collega con cui hanno condiviso molti anni di lavoro e tanti momenti di amicizia.

La partecipazione al dolore, vicinanza e cordoglio, è stata unanime…”Il direttore generale, il direttore scientifico, il direttore sanitario, il direttore amministrativo, i direttori di Dipartimento e tutto l'IRCCS San Martino - Ist sono vicini alla famiglia per la perdita del dottore Giuseppe Caristo Dirigente Medico e figura di riferimento della Direzione”.

Alcuni parenti, da noi contattati per telefono, hanno ricordato lo scomparso per le sue doti intellettuali, morali ed umanitarie.

Il sacerdote, che ha celebrato la messa ai funerali, nel corso dell’omelia, ha tratteggiato la personalità del dottor Caristo.

Altre iniziative, per commemorarlo come stramerita, sono state promosse a vario livello.

Ecco un’altra personalità da inserire nelle pagine informatiche del Comune; e non solo.

L’amministrazione comunale, presieduta dall’ingegnere Giuseppe Meduri, si è unita al cordoglio per la scomparsa dell’illustre concittadino.

Una pesante eredità morale ed ideale per la famiglia di origine e quella attuale; ma anche per la società e per il comparto della Sanità, strictu sensu.

Le spoglie mortali del professionista scomparso, per espressa volontà della famiglia riposeranno in Liguria.

Il nostro modesto contributo per additare alle generazioni future, una grande personalità in campo sanitario. 

Siamo qui per aiutare i pazienti a vivere la più alta qualità di vita e, quando non è più possibile, per facilitare la più grande qualità di morte”. Patch Adams).

A chi di dovere, ricordiamo e sollecitiamo da queste colonne, l’intitolazione di una via cittadina, di una scuola, di una struttura. Memoria minuitur, nisi eam exerceas.

Domenico Salvatore

Cerca nel sito