Melito Porto Salvo, gli studenti dell'Istituto Familiari all'Udienza Giubilare di Papa Francesco

16.05.2016 18:03
 

 

Giubileo di S.S. Francesco I° con gli studenti del 'Liceo' di Melito Porto Salvo (rc),

l'anno della remissione dei peccati, della riconciliazione, della conversione e della penitenza sacramentale.

 

Sabato 14 maggio 2016, un gruppo di studenti dell'Istituto di Istruzione Superiore "Ten. Col. Giovanni Familiari" di Melito di Porto Salvo (RC) ha partecipato all'Udienza Giubilare di Papa Francesco, tenutasi a Roma in Piazza San Pietro.

Il pontefice, alla folla dei presenti, ha proposto un'attenzione nei confronti dei giovani partendo dalla propria esperienza personale. Infatti, in questa fase della vita si rischia troppo spesso di dimenticare quanto Dio sia parte della vita quotidiana e della società, si tende a pensare che il rapporto con la religione sia una questione privata, quando al contrario Egli è la vita, è la guida di cui queste generazioni hanno bisogno nel cammino verso la verità, un punto di riferimento stabile che possa aiutare a crescere le giovani piante.

 

"Una volta arrivati a Roma, ci siamo tuffati nel tema della Misericordia prima varcando la soglia della Porta Santa poi ascoltando le parole del Santo Padre all'udienza - ha dichiarato il Dirigente Scolastico, Domenico Zavettieri - Non sono inoltre mancate le visite ad alcune importanti Chiese della capitale, luogo di spiritualità e arte. Abbiamo percorso molti chilometri desiderosi di attraversare, anche se brevemente, alcuni dei luoghi più famosi della città per permettere un piccolo assaggio della sua bellezza. 

Presto i nostri giovani si ritroveranno insieme ai loro insegnanti, per raccontarsi e condividere l'esperienza, le emozioni vissute in questi tre giorni "extraordinari", che in un epoca in cui si "parla molto" dei giovani e spesso male, s i sono rivelati sorprendenti e pronti ad accogliere ciò che non appartiene alla loro "quotidianità" e che rivela il loro bisogno di relazioni autentiche.

Il "mondo degli adulti" deve essere in grado di intercettare questo bisogno e accompagnare questi giovani a diventare uomini e donne di una società unita e onesta.

La scuola è un luogo di libertà dove tutte le opinioni si devono poter confrontare - continua il Dirigente Domenico Zavettieri -  Per noi il confronto con il Pontefice è importante, direi ineludibile. Formazione, fede, scienza, ricerca, etica, laicità. Molti i temi che Papa Francesco ha affrontato in questa udienza interamente dedicata ad una Istituzione Scolastica del nostro Paese.

Una visita che cade in un momento di grande fermento per il mondo scolastico italiano, in un momento di grande dibattito sulla crisi della formazione del nostro Paese e sui rapporti tra fede e scienza, tra etica e scienza. Questa udienza è un grande avvenimento per l'Istituto "Familiari", segna un momento storico per noi. Siamo commossi. E' questo un momento emozionante di grande rilevanza religiosa nell'anno del Giubileo della Misericordia e profondamente significativo, Papa Francesco, cosi aperto al mondo, con la sua semplicità e umiltà, sicuramente aiuterà i giovani, oggi disorientati da una società quasi in frantumi, ad aprire i loro cuori al dialogo, all'accoglienza, all'amore, alla porta dello "Spirito".

Soddisfatti dunque dei risultati ottenuti attraverso questa ulteriore azione formativa posta in essere a beneficio della formazione e dell'istruzione dei ragazzi coautori di compiuti percorsi interdisciplinari Filosofia, Storia e Religione Cattolica previsti nel Piano Triennale dell'Offerta Formativa.

Un gruppo di allievi accompagnati del Dirigente Scolastico Dottor Domenico Zavettieri, dalla Prof.ssa Capponi Caterina che tra l'altro ha curato l'iniziativa, Prof.sse Laface Natalina e Malacrinò Francesca."

 

 

 

 

Cerca nel sito