Melito Porto Salvo, dal consiglio comunale

19.02.2016 12:40

di Francesca Martino

Toni aspri durante il consiglio comunale svolto nel pomeriggio di ieri 18 febbraio alle ore 15:00 presso la Sala Conferenze dell’ex Fortino a Melito Porto Salvo. Sono stati discussi dieci punti all’ordine del giorno, ma prima di iniziare la seduta consiliare il Sindaco Giuseppe Salvatore Meduri ha espresso solidarietà sul grave atto intimidatorio perpetrato ai danni del presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, Giuseppe Bombino, subito dopo sono seguite una serie di comunicazioni, quali: adempimento previsto dall’art. 6 del CCNL Fise-Assoambiente a seguito dell’aggiudicazione definitiva alla ditta Locride Ambiente  e a questo riguardo: “Spero che la cittadina melitese a fine mandato possa arrivare al primo posto, per la raccolta differenziata – ha dichiarato il primo cittadino Giuseppe Meduri- “ invece la consigliera di minoranza “Unacittàda#cambiare” Antonina Iaria ha dichiarato:  “Complimenti per l’assegnazione a Locri Ambiente e per i lavori eseguiti dal Comune” e dello stesso parere il consigliere Domenico Scambia che ha sottolineato: “la volontà di una diversa collaborazione è basilare, nonostante le difficoltà finanziarie che il paese deve affrontare, diamo atto che la cittadina è più pulita, ma occorrono tempestivi interventi sulla viabilità”.

Poi è stato accentuato che nei prossimi giorni proseguirà l’azione di contrasto ai furti d’acqua nel comprensorio di Melito Porto Salvo eseguiti dal personale del Comando di Polizia Locale congiuntamente a quello dell’ufficio tecnico comunale ed è stata dedicato un ringraziamento all’Arma dei Carabinieri di Melito per gli ultimi interventi compiuti presso il campo rom con grande senso del dovere: “Melito deve rialzare la testa ed è fondamentale la collaborazione di tutti, maggioranza e minoranza insieme nel rispetto del ruolo con coscienza- ha rimarcato Meduri “.

Iniziata l’assise è stata approvata ad unanimità il primo punto all’ordine del giorno, quello dei verbali e subito dopo la mozione proposta dalla maggioranza: “Costruire Città amiche delle bambine e dei bambini e degli adolescenti“, l’Assessore alle Politiche Sociali Patrizia Crea ha sottolineato che bisogna dare un attenzione speciale all’infanzia, migliorando la qualità di vita dei bambini riconoscendo e realizzando pienamente i loro diritti, al fine di costruire una comunità migliore: “Mi fa piacere vedere in aula la presenza di tutti voi e in modo particolare di Manuele Mattia, che è il Coordinatore del Progetto, Isabella Palamara Referente Unicef per Melito, Michele Riso e Giuliano Climaco che ringrazio personalmente”.

In relazione alla mozione la consigliera di minoranza “Unacittàda#cambiare” Antonina Iaria ha dichiarato: “Per un errore di indirizzo email purtroppo non mi è giunta la convocazione dell’8 febbraio, ma nonostante tutto nel momento in cui mi sono stati consegnati i documenti in occasione di questo consiglio, il progetto dell’Unicef non si può far altro che approvarlo. Una bellissima iniziativa che spinge a quel principio di partecipazione attiva, che dovrebbe essere alla base di qualsiasi amministrazione. Ritengo che sia fondamentale coinvolgere i bambini e gli adolescenti prima di tutto e questo progetto dimostra che il nostro Statuto Comunale è all’avanguardia, poiché prevede il Consiglio comunale dei ragazzi e nei giorni scorsi il Consigliere Minniti aveva chiesto la convocazione per la Commissioni Politiche Istituzionali, affinché si potesse avviare la procedura per attivare questo organo, quale strumento fondamentale per formare i futuri cittadini”.

Dopo è stata avanzata la presentazione delle due Mozioni dei Consiglieri Antonia Iaria e Carmelo Minniti, una si riferisce all'”Iscrizione del comune di Melito di Porto Salvo al CdC RAEE e sottoscrizione dell’accordo di Programma ANCI- CdC RAEE” e l’altra sull'”Istituzione del servizio di volontariato denominato nonno vigile e proposta regolamento”, la maggioranza ha votato contro, la minoranza e  gruppo misto favorevole.

“L’iscrizione al sito è completamente gratuita così come può essere vista come un guadagno e opportunità per Il Comune sottolinea Minniti ”,  l’Assessore all’Ambiente, Bruno Sergi risponde: “La mancata iscrizione del Comune di Melito al CdC RAEE deriva dal fatto che l’argomento in questione è stato inserito in un contesto più ampio di interventi, l’Assessorato all’Ambiente in collaborazione con tutti gli attori sociali che si occupano di tutela ambientale sta lavorando da qualche mese su un piano a base triennale, quello 2016/2019 prevede interventi in quattro settori: acqua, energia, rifiuti e promozione di tutela ambientale, l’Amministrazione stabilisce di operare nel pieno rispetto delle leggi e dei regolamenti ambientali applicate alle attività comunali per realizzare una gestione del territorio improntata nell’ottica di sostenibilità, come garanzia dei cittadini e salvaguardia dell’ambiente.

Nell’ambito di questa strategia la mozione presentata dalla minoranza è contenuta in pieno negli interventi di tutela verso l’ambiente, infatti le azioni per realizzazione di sistemi per la raccolta continuativa dei RAEE domestici sul territorio rientra in un contesto più generale all’interno della realizzazione dell’isola ecologica prevista nel nostro piano ambientale. In ogni caso devo aggiungere che nel progetto tecnico proposto dalla Locride Ambiente, che si tratta della società che ha iniziato la raccolta differenziata è prevista la raccolta domiciliare settimanale di ingombranti e RAEE. In conclusione invito i membri della minoranza a partecipare al prossimo tavolo tecnico per discutere e proporre azioni, perché l’ambiente è patrimonio di tutti pertanto la maggioranza voterà per il non accoglimento di questa mozione”.

 Minniti ribatte: “L’ultimo venerdì del mese di febbraio sono venuto al Comune e ho trovato Lei Assessore e un dipendente comunale impegnati ad iscriversi nel sito del CdC RAEE, come avete sottolineato e di poterlo fare per problemi tecnici del sito, oggi state dicendo che boccerete la mozione, quindi io ho avuto delle allucinazioni oppure ci sono delle incoerenze. Io so che da parte di alcuni consiglieri della maggioranza c’è del rammarico per non poter accogliere delle proposte come questa, ma gli ordini di scuderia non si discutono e questo che ci state dicendo. Continuate pure a bocciare tutto quello che vi proponiamo e noi continueremo a proporre ancora e quando ci avrete sfinito e non riusciremo più, sarà la democrazia ad aver perso, non noi”.

Il Sindaco Meduri chiede all’Assessore Sergi di rispondere alle affermazioni del consigliere Minniti dicendo: “La mozione è stata discussa con l’Assessore Sergi nella riunione di maggioranza e credo che i consiglieri e assessori non erano a conoscenza della risposta, che avviene in piena autonomia”.

Approvato all’unanimità il regolamento sulla cittadinanza onoraria e quello sul baratto amministrativo, ma quest’ultimo con molte precisazioni. Accettata anche la modifica agli articoli 7-11-22 “Regolamento funzionamento Consiglio comunale” e lo schema di convenzione urbanistica, per operazioni edilizie in terreni ricadenti in zona omogenea di tipo F- Sottozona F1 e F2.

Sono state dibattute le dimissioni dei consiglieri di minoranza Scambia e Minniti dalla Prima Commissione “Politica Istituzionale” ed  è stato stabilito che la Commissione non sussisterà più. A fine seduta il consigliere Minniti in seguito ad una serie di dure affermazioni che esulano dai contenuti all’ordine del giorno ha deciso di lasciare l’Assise consiliare. In fine è stato preso in esame pure il Piano Anticorruzione per gli anni 2016-2017-2018.

Cerca nel sito