MAMMA. GIORNATA DEDICATA ALLA MAMMA, A TUTTE LE MAMME, ANCHE A QUELLE CHE NON CI SONO PIU'.

08.05.2016 17:07

La poetessa Patrizia Rosaci la ricorda così:

 

              Mamma

Mamma questo nome riecheggia nella mia mente
guardo le tue cose lasciate...
nei cassetti così ordinati
ancora sento il tuo profumo
e mi immedesimo nei tuoi momenti,
nei tuoi pensieri.
Adesso tra queste mura
dove tutto mi parla di te
do' una giusta risposta alle tue lacrime,
alla tua malinconia
e ti vedo lì seduta
con le mani artritiche,
doloranti rosse,
a lavorare la lana,
nei silenzi del tuo tempo.
Sparisti piano piano
tra i dolori
di una vita soffocata,
di un rosario tra le mani.
Ultimi respiri tra i liquidi
di un mare impetuoso
ti allagarono
e ti strinsero.
La natura mi mandò un messaggero
non capii,
lo imprigionai nella gabbia
e quando tu stringesti i denti
e si fermò il tuo cuore
anche lui si stese a terra senza respiro.
Solo fiori adesso posso regalarti
solo piante per adornare
quel lembo di morte dove ti deposero.
Ti sento sempre
vicino a me
mamma
sei l alito di vento,
lo scriccolio di una porta,
una lacrima che nasce
nella rabbia di un passato.
Ti porto con cura nel mio cuore
e nessuno mai ti molestera'
o dirà parole per sbiadire
Il tuo nome..

Patrizia Rosaci

 

Cerca nel sito