L'UMANITA' ESISTE ANCORA. Due quasi anonimi agenti di polizia salvano un giovane da sicura morte.

18.03.2016 21:38

di Mimmo Musolino        

    Forse sarò uno degli ultimi romantici, o forse ingenui,   che  ancora riesce ad esaltarsi e a farsi venire la pelle di oca, difronte ad episodi di eroico altruismo, a prezzo della propria vita, in questi tempi in cui l’egoismo  ed il pragmatismo sono  divenuti quasi  invidiabili virtù  da prendere ad esempio di vita .                      Dalla cronaca odierna, in effetti due trafiletti, in due corrispondenze da diversi Comuni della nostra provincia, ed in due diversi quotidiani, ho appreso che due (quasi ) anonimi agenti di Polizia, tali Foti e Riggio, del Commissariato di Condofuri , diretto dal comandante  Enrico Palermo, proprio a qualche chilometro dalla mia abitazione di Melito Porto Salvo, nel tardo pomeriggio di ieri hanno salvato la vita (stando alle cronache,  pare suo malgrado), ad un giovane  di 35 anni  che si era fatto avviluppare dai “cavalloni“ del mare in tempesta di Capo Spartivento,  fraz. di  Brancaleone .                                                                I due  agenti di Polizia, come si suole dire negli encomi solenni con tanto di medaglia al valore civile e militare, ”sprezzanti del pericolo”, si buttavano in mare e dopo lunga e difficile battaglia contro gli impazziti  “cavalloni“ sono riusciti a portare in salvo la persona che, molto probabilmente, aveva individuato i quegli enormi “cavalloni “ il momento giusto per chiudere i conti con le  gravissime difficoltà nel durissimo confronto quotidiano con la vita.                              Il giovane per questa volta se la caverà e continuerà a vivere e  i due agenti di polizia sono stati  medicati all’Ospedale di Melito Porto  Salvo per le ferite, ma niente di grave, riportate nella durissima lotta  nel mare in tempesta. 

                            

Io non pratico la professione di giornalista professionista, mi diletto  a scrivere cercando di dare un onesto e disinteressato contributo di pensiero, di opinione e di idee,  altrimenti, senza alcun indugio, mi recherei subito presso il Commissariato di Condofuri  per sapere anche il nome  ed altre notizie sui due “quasi “ anonimi agenti di  polizia, non fosse altro  per significare e dire alla gente, al popolo sovrano, che ancora su questa “nave senza nocchiero in gran tempesta……. “ c’è chi riesce a trovare coraggio, cuore,  anima e corpo per fare,  fino in fondo,  il proprio dovere. Mimmo Musolino

 

                                                                                   

 

Cerca nel sito