La Bovese è l'autentica rivelazione di questo girone di andata,G/Calabria di seconda categoria , sbancato anche Campo Calabro

10.01.2016 19:41

Campionato di seconda categoria girone G/Calabria

Risultati dell’11^ di andata, classifica e prossimo turno
Ravagnese-Scillese 2-2
Campese-Bovese 0-5
Condofuri-Rhegium City 3-2
Futsal Melito-Fortitudo 1-4
Ludos Vecchia Miniera-Motta 3-0
Archi Calcio-Borgo Grecanico 3-1

CLASSIFICA GENERALE
Scillese 26
Polisportiva Bovese 25
Ravagnese 24
Archi Calcio 20
Fortitudo 19
Rhegium City 15
Futsal Melito 12
Ludos Vecchia Miniera 12
Borgo Grecanico 10
Condofuri 10
Campese 8
Motta 7
Prossimo turno
Rhegium City -  Scillese 2012
Ravagnese Calcio -  Fortitudo Reggio
Futsal Melito -  Borgo Grecanico
Archi Calcio -  Motta San Giovanni
Ludos Vecchia Miniera -  Bovese
Condofuri 2009 -  Campese

Sta venendo fuori la matricola di lusso Polisportiva Bovese, che ha sbancato Campo Calabro con un poker di reti del ‘granatiere’ Norberto Petronio
LA SCILLESE PAREGGIA A RAVAGNESE E SI LAUREA CAMPIONE D’INVERNO
Domenico Salvatore
Il torneo di seconda categoria girone H in passato, girone F, l’anno scorso, girone G, quest’anno (2015-16) ha riservato sempre grosse sorprese, emozioni a tutto spiano, brividi e souspences.
In pratica una prima categoria declassata, che riesce a calamitare l’attenzione degli addetti ai lavori. Non si spiega diversamente, tanto interesse per questo girone.
Da parte delle categorie superiori, sempre alla ricerca di nuovi talenti da lanciare nel magico mondo della pelota bruzia.
Qualcheduno, partendo da qui è arrivato addirittura in serie A. Troppa grazia Sant’Antonio!
Un campionato partito in sordina. Dopo l’inizio folgorante, alcune squadra sono scomparse dal proscenio ed altre che sembravano invece delle comparse, stanno risalendo in punta di piedi. Quasi di soppiatto.
La Scillese, si laurea campione d’inverno, grazie al pareggio esterno sul difficilissimo campo del Ravagnese. Un mezzo passo falso per entrambe. La Bovese del presidente Andrea Cuppari, allenata da mister Angelo Paone, segretamente sognava proprio un pareggio fra le comprimarie per poter risucchiare altri due punti in classifica e rilanciarsi.
La campagna acquisti ha rafforzato alcune squadre, che si sono rivitalizzate e rinvigorite. Una di queste è la Fortitudo Calcio Reggio Calabria, che ha espugnato la roccaforte del Melito; 4-1 è il risultato finale a favore degli ospiti, che hanno disputato un grosso match.
Resta da vedere. Quanto abbiano pesato, le strane decisioni del signor Verdiglione di Locri. Calcio di rigore molto dubbio e due espulsioni ai danni del Melito, che era veramente inferocito.
Stagione finita per Idà e Tripodi? Pare di sì. Ma intanto, deve guardarsi dietro, essendo scivolato in zona play-out. E domenica andrà in onda il “derby di San Giuseppe”.
Il Borgo Grecanico, ha già sconfitto il Futsal Melito nella partita di andata ed ambisce a ripetere l’impresa. Ma l’occhio magico delle telecamere mobili è puntato sulla corazzata Ravagnese, che sta rallentando in maniera preoccupante.
Buono anche per l’Archi calcio che sta risalendo la corrente. Clamoroso tonfo del Rhegium City di Antonino Romeo, caduto sulle rive dell’Agrifa.
Ma il Condofuri (Papa Francesco), non poteva concedersi nessun’altro lusso. Il rischio era di vedersi risucchiare nei bassifondi della classifica dove c’è pianto e stridore di denti.
Motta e Campese, sono appaiate nella scomoda posizione di fanalino di coda. Infatti la Ludos Vecchia Miniera, è risucita nell’impresa di aggiudicarsi il derby dei poveri (3-0 proprio sul Motta).
Panettoni, petrali, torroni, frittole e “curcuci”, salsiccioti alla brace, costolette di maiale, pasta al forno, cannelloni, lasagne, maccheroni, bagordi, sciala e fa’ festa, crapula e pantagrueliche schiddhicchiate, frutta di stagione a perdere, champagne, oramai sono alle spalle.
Ora, bisognerà pensare a come smaltire grassi, trigliceridi e tossine. In vista della volata di primavera per l’assegnazione del titolo e delle griglie dei play-off e dei play-out.
Chi può, recupera infortunati, indisponibili e squalificati. Ma a volte piove sul bagnato.
Domenico Salvatore

 

Cerca nel sito

Array