Dietro le parole di E. Cotronei

15.10.2015 22:47

 

All’etimologia della locuzione “OK” o anche “Okay”. in italiano “Va bene” vengono attribuiti diverse interpretazioni. “Au quai” (si legge in francese pressappocco o che’) cioè “al molo” o “alla banchina” era l’espressione di approvazione dei lavoratori portuali quando una merce andava bene per l’imbarco o tutto era stato imbarcato. I portuali russi di Odessa, quando il carico era tutto a posto, gridavano “Ochen Khorosho - Oчeнb Хoрoшo” tutto bene. Da qui deriva foneticamente la trascrizione OK e quindi Okay secondo lo spelling inglese. Trovandoci in un’area ellenofona non può dispiacere “Ola Kalà - Ola kalaé  - tutto bene.

 

Cerca nel sito

Array