Dal Parlamento Europeo. Blocco dei versamenti di fondi alla Turchia e la sospensione dei negoziati di adesione. Speech to the Cyprus Parliament

31.03.2016 15:28
PROPOSTA DI RISOLUZIONE  
8.3.2016
PE579.829v01-00
 
B8-0415/2016

presentata a norma dell'articolo 133 del regolamento


sul blocco dei versamenti di fondi alla Turchia e la sospensione dei negoziati di adesione


Sophie Montel, Florian Philippot


Proposta di risoluzione del Parlamento europeo sul blocco dei versamenti di fondi alla Turchia e la sospensione dei negoziati di adesione  
B8-0415/2016

Il Parlamento europeo,

–  visto l'articolo 133 del suo regolamento,

A.  considerando che durante il vertice UE-Turchia del 7 marzo 2016 è stato deciso di concedere alla Turchia un aiuto aggiuntivo di 3 miliardi di EUR fino al 2018 e di abolire l'obbligo del visto per i cittadini turchi;

B.  considerando che il commissario europeo per l'economia e la società digitali ha dichiarato che l'Unione europea dovrebbe concedere alla Turchia aiuti per almeno 6-7 miliardi di EUR l'anno;

C.  considerando che il presidente turco esercita un ricatto intollerabile, minacciando di "aprire le porte verso la Grecia e la Bulgaria" e di "mettere i rifugiati sui bus" qualora non ottenga i fondi auspicati;

D.  considerando che le azioni adottate dalla Turchia contro i curdi, il suo gioco sporco con il gruppo "Stato islamico" e il mancato rispetto della stampa (come dimostrato dalla custodia cautelare di 92 giorni a cui sono stati sottoposti due giornalisti a causa delle loro rivelazioni in merito a una consegna segreta di armi a insorti siriani) escludono qualsiasi possibilità di negoziazione;

1.  chiede alla Commissione di interrompere il versamento di fondi alla Turchia e di porre fine al processo negoziale di adesione all'Unione.

 

MOTION FOR A RESOLUTION  
8.3.2016
PE579.829v01-00
 
B8-0415/2016

pursuant to Rule 133 of the Rules of Procedure


on freezing funds to Turkey and halting its accession negotiations


Sophie Montel, Florian Philippot

Motion for a European Parliament resolution on freezing funds to Turkey and halting its accession negotiations  
B8-0415/2016

The European Parliament,

–  having regard to Rule 133 of its Rules of Procedure,

A.  whereas the EU-Turkey summit of 7 March 2016 has resulted in additional aid of EUR 3 billion for Turkey by 2018 and the scrapping of visa requirements for Turks;

B.  whereas the Commissioner for Digital Economy and Society has said the EU should offer Turkey at least EUR 6 to 7 billion a year in aid;

C.  whereas the Turkish President’s threats to ‘open the doors to Greece and Bulgaria’ and ‘put the refugees on buses’ if he does not receive the desired funds make him guilty of unacceptable blackmail;

D.  whereas Turkey’s operations against the Kurds, its shady dealings with so-called Islamic State and its lack of respect for freedom of the press (shown by the provisional detention of two journalists for 92 days because of their coverage of a secret arms shipment to Syrian insurgents) precludes any possibility of negotiation;

1.  Calls on the Commission to halt payments to Turkey and stop the process of negotiating the country’s EU accession.

=================================================================

29-03-2016 12:00 AM CEST

 

I was born in 1955 - in post-war Germany, in a town close to where Germany, Belgium and the Netherlands meet, in a divided country. I know from my own experience how long it takes for the wounds of war to heal and what it means to grow up in a place where borders are an inescapable reality. After the war, the European unification process made it possible for West Germany to rejoin the family of European peoples. Our neighbours chose reconciliation, not retaliation. Then, when the Schengen Agreement came into force, the barriers at Europe's internal borders fell.
Last updated: 29 March 2016

 

Cerca nel sito