Cosenza, evadevano per trenta milioni di euri, ma, sono stati 'pizzicati' dalla Guardia di Finanza

17.05.2016 07:13

Operazione “Ghost Building”- Cosenza 16 maggio 2016- Inseriti in contabilità false fatture. Gdf . Segnalate cinque persone alla Procura della Repubblica di Cosenza; rappresentanti legali delle società per emissione, utilizzo di fatture per operazioni inesistenti e dichiarazione infedele, violazioni sanzionabili con la reclusione da uno a sei anni.

SCOPERTA DAI “BASCHI VERDI” COSENTINI, EVASIONE FISCALE PER 30 MILIONI DI EURI

Domenico Salvatore

Quanti escamotages, alchimie economico-finanziarie, trucchi, artifici ed espedienti per aggirare il fisco. Ma, bisogna sempre, fare i conti con “l’oste”.

Quest’operazione della Guardia di Finanza di Cosenza, non c’azzecca con la ‘ndrangheta.

Ma andava in onda una 'cartolarizzazione' sospetta, nella quale c’hanno messo lo zampino, le Fiamme Gialle cosentine, dirette dal comandante provinciale, colonnello Marco Grazioli, coordinato dal comandante regionale, Gianluigi Miglioli, generale di Divisione.

 

La Guardia di Finanza, impegnatissima nella lotta al crimine organizzato, è stata dotata di mezzi e strumenti, davvero efficienti, funzionali ed efficaci; in grado di scoprire anche meccanismi sofisticati; e nulla sfugge.

Interessata la Procura della Repubblica di Cosenza, diretta da Mario Spagnuolo, fresco di nomina.

Sono state attivate, le procedure finalizzate al sequestro dei beni patrimoniali esistenti per un valore equivalente a quello evaso.

“La Guardia di finanza di Cosenza,  fonte Ansa, ha scoperto un giro di fatture per operazioni inesistenti con un'evasione di imposte per 30 milioni di euro nel settore immobiliare.

Cinque persone sono stati segnalate alla Procura della Repubblica.
 

I finanzieri, a seguito di verifiche, hanno messo in evidenza operazioni commerciali sospette tra una società cosentina e altre sei aziende, tre con sedi nella stessa città e una con sede dichiarata a Roma, operanti nel settore immobiliare.

Ad insospettire sono stati i rapporti commerciali tra le società apparsi ingiustificati e meramente cartolari." Domenico Salvatore

Cerca nel sito