Bova Marina (RC) lo scrittore, saggista e medico Vincenzo De Angelis in scena all'IRSSEC di Piazza Municipio

10.04.2016 16:34

 

L’associazione culturale ‘La voce del sud’ di Saverio Zuccalà, presenta alle ore 1700 “Il Vangelo secondo la ‘ndrangheta”, ultima fatica del letterato di Brancaleone

IL POETA, SCRITTORE E SAGGISTA VINCENZO DE ANGELIS, DI SCENA ALL’IRRSEC DI BOVA MARINA

Domenico Salvatore

Bova Marina-Nella vita di tutti i giorni svolge la professione medica.

Nei ritagli di tempo cura la sua passione, l’hobby preferito, la poesia, la narrativa e la letteratura.

Ma il dottor Giuseppe De Angelis (componente della Deputazione di Storia Patria  per la Calabria) è da sempre anche un ottimo oratore e relatore; un critico letterario.

Certamente uno degli ultimi prodotti della cultura calabrese e di converso nazionale.

L’Associazione culturale “La Voce del Sud” diretta dal farmacista Saverio Zuccalà ex sindaco e consigliere provinciale, uno dei padri del socialismo calabrese, che edita pure un periodico graffiante si distingue per il dinamismo socio-culturale.

Il sindaco di Bova Marina Vincenzo, avvocato Crupi, figlio d’arte (del celeberrimo professor Pasquino Crupi), ha inserito nelle dichiarazioni programmatiche l’elemento trainante della cultura.

Non è un caso che al dibattito sia stato chiamato anche il giornalista, scrittore, saggista, ufficiale della Repubblica, Cosimo Sframeli, autore di fortunati lavori editoriali sul tema della ‘ndrangheta.

Relatrice anche la professoressa Caterina Capponi, docente al Liceo, ricercatrice universitaria, esponente della cultura melitese.

Invitato anche l’editore-giornalista Elio Cotronei, presidente dell’Università  Ute-Tel B per il tempo libero della Bovesia, direttore editorale del nostro giornale.

Ci sarà anche la professoressa Rosa Marrapodi, ex sindaco e saggista.. Presenterà, il preside in pensione Leone Campanella.

Si prevede la presenza di un discreto pubblico. Bova Marina si è ritagliata nel tempo il prestigioso spazio di ‘regina della cultura” del basso Jonico.

Il luogo, è un tempio della cultura,  l’Istituto Regionale di Ricerca e Studi Ellenofoni, voluto fra gli altri, anche dallo scomparso ex assessore regionale Augusto De Marco.

Della miscela ‘esplosiva’ di simili elementi, si pasce la cultura per crescere e far crescere.

Domenico Salvatore

Cerca nel sito

Array