BOVA MARINA - "MARE CARBONE" del regista Rossi presentato davanti a un numeroso pubblico

23.04.2016 23:19

 

CIELO, SOLE E MARE, FABBRICA DEL TURISMO, LA SOLA INDUSTRIA, AMATA DAI CALABRESI

"MARE CARBONE" è il titolo scelto dal regista Gian Luigi Rossi per il suo  lavoro, un lungometraggio con una scia di riconoscimenti e premi, cha trae spunto dal tanto contestato progetto di realizzare una centrale elettrica a carbone a Saline Jonica. Il ritmo e l'impostazione del lavoro fanno capire, fin dalle prime battute, che non siamo in presenza di un servizio giornalistico ma di un tentativo di far venire fuori sensazioni, sentimenti comuni, miserie, ma non rassegnazione e soprattutto mai perdita della speranza. La moglie del regista, originaria dei luoghi stimola il lavoro del quale diventa protagonista,una protagonista che, pur essendo nata al Nord, si sente di questa terra, dalla quale non può prescindere, che elegge a luogo preferito per le vacanze di ogni anno. Soffre pensando che in un futuro aprendo la sua finestra possa vedere una centrale a carbone, orrore che  verrebbe a sostituire lo squallore di una fabrica, mai arrivata a regime,  con tanto di ciminiera e di rottami enormi rimasti. Le immagini indugiano in questa desolazione creata dalla speculazione, alla quale fanno da contraltare le bellezze dei luoghi, il fascino della sua storia. Non c'è tuttavia cedimento verso una ambientazione stereotipica in luoghi di facile suggestione paesaggistica. Vengono fatte parlare le persone del luogo, non ci sono attori di professione, si fa emergere, la volontà maggioritaria di non voler accettare un obrobrio in nome di un presunto lavoro; semmai l'inquinamento selvaggio metterebbe a repentaglio le risorse endogene derivate dalle peculiarità locali: il bergamotto e il clima con conseguente risorsa turistica. Inquinamento come pietra tombale di questi piccoli segni di rinascita. Era presente il regista.

Nella photo gallery, il tavolo della presidenza, il sindaco Vincenzo crupi ed il regista Gian Luigi Rossi

 

Cerca nel sito