Bova Marina. La verità r-esiste. Prodromo di una celebrazione, il XXV aprile.

17.04.2016 22:35

      di Elio Cotronei

      La verità resiste ed esiste.

L'occasione per celebrare in anteprima il XXV viene offerta da Pasquale Neri, un concittadino caduto sotto l'incalzare di eventi bellici sul finire della seconda guerra mondiale. Incaricato dal Podestà pro-tempore di riparare con  urgenza la  rete idrica onde evitare che i tedeschi, alleati padroni, pensassero al sabotaggio, non solo provvedeva alla riparazione ma tornava per un successivo controllo cadendo sotto i colpi del nemico durante un'incursione.

A ricordo del caduto civile è stata posta una tabella marmorea nella villa comunale. Per l'occasione Rocco Criseo ha recitato una poesia.

Ad illustrare la vicenda è stato il prof. Filippo Violi che già in precedenza aveva fotto una ricerca riportando il tutto in una sua pubblicazione. Testimonial Giovanni Marino e Cristina "Chicca" Larizza. A coordinare Maria Natalia Iiriti. La manifestazione è stata organizzata di concerto con l'ANPI rappresenjtata da Sandro Vitale che è intervenuto evidenziando l'importanza del recupero dei nomi e delle storie di quanti hanno perso la vita anche da noi per l'obiettivo comune della libertà e democrazia. Ha concluso il sindaco con le considerazioni di rito e ha ricordato che è  in procinto l'intitolazione di una via
Di fatto a suo tempo la Commissione proposta ha individuato una via in memoria di Pasquale Neri. L'intero pacchetto di vie è stato approvato dalla Giunta e  dalla Prefettura, come di legge.

L'Amministrazione non ha ancora provveduto a predisporre le tabelle con i nomi stabiliti e sono tanti perché mancavano del tutto creando situazioni problematiche per la localizzazione delle residenze.atiche per la localizzazione delle residenze.  

Cerca nel sito