Autari conquista Reggio Calabria.

15.10.2015 23:59

Rubrica Storica a cura di Attilio Cotronei

 

Museo e tesoro del Duomo di Monza.

Cappella di Teodolinda, una delle 46 scene che ilustrano la storia dei Longobardi.

Nella   Historia Langobardorum,  Paolo Diacono,  riferisce un episodio del tutto leggendario - giustificato con “fama est” - ma significativo 

dell’aspirazione dei Longobardi di conquistare tutta la penisola. Arrivato vicino a Reggio Calabria, Autari,  sposo di Teodolinda da         l 588, spinse il suo cavallo nell’acqua e toccò con la punta della sua lancia - insegna del potere- una colonna - “colonna di Autari” -  segnando i confini del Regno e dicendo."Usque hic erunt Langobardorum fines".

Nella cappella di Teodolinda è custodita la Corona Ferrea, uno dei più preziosi cimeli di oreficeria dell’intero Occidente, che venne usata dall'Alto Medioevo fino al XIX secolo per l'incoronazione dei Re d'Italia. La più famosa incoronazione fu quella di Napoleone Bonaparte (1085)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cerca nel sito